Dopo la donna con l'orecchino le indagini archeologiche svelano altre due tombe

A seguito degli scavi condotti in località Angoris alla luce anche uno scheletro d'uomo deposto in un sudario. Questa volta nessun elemento di corredo

Altre due tombe sono venute alla luce nell’ambito delle indagini archeologiche effettuate a seguito degli scavi condotti in località Angoris dalla ditta Fratelli De Sabata per la realizzazione dell’impianto fognario del vicino Centro sportivo. L’ampliamento del sondaggio per circa m. 2.70, effettuato verso nord con mezzi meccanici messi a disposizione della stessa ditta, ha portato, appunto, all’individuazione di altre due sepolture, alla stessa quota di quelle rinvenute il 21 marzo scorso

Individuato lo scheletro di una donna con orecchino ad Angoris di Bertiolo

La terza tomba, sempre in fossa terragna con orientamento E-W, risulta leggermente più arretrata rispetto alla trincea aperta verso est per la messa in posa della fognatura: ne consegue che lo scheletro risulta conservato per una porzione maggiore rispetto agli scheletri delle due prime tombe. 
Le mani sono ben visibili, poggiate sugli arti inferiori, tagliati poco sopra l’articolazione del ginocchio. Il corpo, apparentemente attribuito ad un individuo di sesso maschile, era stato deposto in un sudario. Non sono stati trovati elementi di corredo. E’ in corso di scavo, invece, la quarta tomba, anch’essa in orientamento E-W.
Con lo scavo della quarta tomba si ritiene chiuso il sondaggio. Gli scheletri saranno rimossi per essere sottoposti a studio osteologico da parte di specialisti, mentre le tombe saranno ricoperte con geotessuto e nuovamente interrate.

LA FOTO DELL'ORECCHINO RINVENUTO

orecchino_bertiolo-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento