Meglio in carcere che a casa con la famiglia, uomo ai domiciliari chiama i carabinieri

Un uomo in stato di agitazione ha richiesto l'intervento dei militari dell'Arma a causa della convivenza con i parenti

Ancora una volta e ancora con protagonista una persona sottoposta alla misura della detenzione domiciliaire. Nel pomeriggio di oggi, martedì 7 maggio, un uomo residente a Udine Est abbia chiamato, in stato di agitazione, i carabinieri della Compagnia di Udine, richiedendo di voler tornare in carcere. Il motivo? Ancora una volta la famiglia troppo "ingombrante". Il malessere dell'uomo pare essere stato causato dalla convivenza forzata con i parenti. All'arrivo della pattuglia, però, la persona che ha richiesto la carcerazione si è tranquillizzato proprio grazie alla presenza dei militari dell'Arma, che lo hanno convinto a rimanere a casa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cede un pezzo di autostrada, A4 chiusa tra Porto e Latisana

  • Operaio trovato morto in casa a soli 42 anni

  • Tira un pugno in faccia ad una donna incinta e fugge, sconcertante episodio a Friuli Doc

  • Provoca i giocatori dell'Udinese, scatta il parapiglia e poi scappa

  • Scontro in A4, 23enne udinese incastrato nell'abitacolo di un'auto

  • Violento schianto in A34, muore bimba di quattro mesi

Torna su
UdineToday è in caricamento