menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'equipe del professor Fasola

L'equipe del professor Fasola

Udine ai vertici della ricerca oncologica nazionale

Giuseppe Aprile, responsabile del gruppo neoplasie gastrointestinali del dipartimento di oncologia di Udine e coordinatore del gruppo multidisciplinare aziendale per la patologia, è tra gli autori di una pubblicazione sulla rivista The Lancet

Un importante riconoscimento scientifico ad una ricerca che ha coinvolto il Dipartimento  di Oncologia dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine arriva da una delle più prestigiose riviste mediche internazionali, The Lancet. Sono stati appena pubblicati, infatti, i risultati dello studio clinico Regard, condotto in oltre 100 centri di 29 Paesi nel mondo, che ha arruolato più di 350 pazienti con tumore dello stomaco. 

Tra gli autori figura il dr. Giuseppe Aprile, responsabile del gruppo neoplasie gastrointestinali del dipartimento e coordinatore del gruppo multidisciplinare aziendale per la patologia. Il dr. Aprile, già autore di numerose pubblicazioni scientifiche ad elevato “impact factor”, è una delle figure emergenti dell’oncologia gastro-intestinale italiana, ed è stato recentemente chiamato a svolgere una presentazione sul tema al congresso nazionale di oncologia di Milano, conclusosi da pochi giorni.

Il cancro dello stomaco è una malattia che colpisce ogni anno circa 20.000 persone in Italia e oltre 400 nel Friuli Venezia Giulia. Si tratta di una neoplasia molto aggressiva, fatti salvi i casi nei quali la diagnosi riesce ad essere precoce.

Oggi una nuova arma si affianca ai trattamenti medici dei pazienti  non più operabili: si tratta di un farmaco anti-angiogenetico (ramucirumab) che appartiene al gruppo, sempre più numeroso,  dei farmaci a bersaglio molecolare. Il nuovo trattamento determina un significativo aumento della sopravvivenza ed un miglioramento della qualità di vita, anche in pazienti per quali, fino ad oggi, non vi erano altre possibilità di cura.

“Quale referente della ricerca del Dipartimento di Oncologia, sono molto orgoglioso di questo risultato- afferma il dr. Aprile-  che gratifica me e la struttura alla quale appartengo ma che, naturalmente, è il frutto della consolidata collaborazione tra tutti i professionisti della nostra Azienda che si occupano di questa malattia (chirurghi, patologi, radiologi, gastroenterologi, ecc.), con i quali condividiamo questo riconoscimento”.

“E’ evidente- spiega Gianpiero Fasola, Direttore del Dipartimento di Oncologia-  che Udine sta assumendo un  ruolo di primo piano nel panorama oncologico nazionale e non solo. Ciò è il frutto dell’impegno di tanti promettenti medici e ricercatori, che dedicano a questo lavoro entusiasmo ed energie, ma è anche il risultato della scelta lungimirante di integrazione tra Ospedale ed Università, che proprio nell’area oncologica ha mosso i primi passi. Credo sia il miglior modo di onorare il mandato di centro di eccellenza che la Regione ha affidato alla nostra Azienda Ospedaliero Universitaria”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento