menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udine come New York, una festa 'all white' da record

Dopo piazza San Giacomo e via Mercatovecchio è toccato a piazza Duomo ospitare la 3^ edizione della cena flash mob 'Di punto in bianco'. 3.800 persone, rigorosamente vestite di bianco, hanno creato una scenografia davvero suggestiva, grazie anche alla creatività dei 610 tavoli allestiti

"Di Punto in Bianco", il party cittadino a iscrizione gratuita, ha raggiunto ieri sera il suo record storico. Ben 3800 commensali hanno partecipato alla cena flash mob organizzata da Emporio Adv.  Nel 2012 le adesioni avevano raggiunto 670 persone, nel 2013 1500, quest'anno quindi le iscrizioni si sono più che raddoppiate. Il centro di Udine ha visto quindi un fiume bianco di persone popolare e animare Piazza Duomo, per la terza edizione del party che impone un look, ovviamente, all white. Se si pensa poi che lo scorso 25 agosto a New York nel Bryant Park si sono ritrovate 4000 persone per un evento similare, Udine, nel suo piccolo, ci è andata vicino.

"Le adesioni e i commenti entusiastici dell'edizione numero 2 non ci avevano preparato a un boom come questo", ci spiega Enrico Accettola, presidente dell'agenzia di comunicazione Emporio ADV che ha curato l'evento fin dall'inizio. "Già il primo giorno di apertura della pagina on-line però ci siamo accorti che qualcosa era cambiato: 600 nomi nel giro di poche ore. Così ci siamo organizzati, anche se ovviamente Udine non possiede le dimensioni di una capitale e, a un certo punto per garantire la sicurezza di tutti, siamo stati costretti a chiudere le iscrizioni. Credo che la formula sia vincente per vari motivi: è una festa divertente, elegante, che permette di vivere in maniera diversa un posto già conosciuto, di familiarizzare coi commensali e di ascoltare ottima musica. Un party garbato che scatena l'inventiva di tutti".

Dalle 18.45 la piazza del Duomo ha iniziato a popolarsi di gruppi pronti ad allestire il picnic urbano. Già poco dopo le 20.30 il colpo d'occhio era davvero emozionante con una vasta distesa candida a illuminare il cuore di Udine che ha potuto contare anche su un tempo discreto. Fra i partecipanti, grazie al passaparola che ha visto soprattutto le ragazze scatenare la fantasia, si è accesa una divertente competizione per il vestito e l'outfit più originale. Fra i protagonisti più ammirati un gruppo vestito da Lawrence d'Arabia con tanto di tenda del deserto, ragazzi con caftani e djellaba da tuareg fino ai piedi, abiti da sposa e judoji da combattimento. Oltre che marinai e capitani, mummie e tanti accessori stravaganti: cappelli, occhiali, cerchietti in tulle, fiori e boa. Un tripudio di fantasia e ironia che hanno trasformato anche i tavoli da pic-nic. Fra i più ammirati i gazebi con decorazioni sospese di fiocchi e lanterne, oltre che fiori di ogni tipo, palloncini e candelabri, tutto rigorosamente bianchi. Porcellane, cristalli, luminarie e finger food hanno dato il tocco d'eleganza alla serata. Travolgenti anche i ragazzi dell'ensemble Udine Jazz Collective, nato all'interno dei corsi di Musica d'Insieme Jazz di Glauco Venier presso il conservatorio Statale di Musica Jacopo Tomadini di Udine, che si sono scatenati insieme ai partecipanti dalle 20.030 fino a mezzanotte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento