In Consiglio comunale l'urna del censimento morale del Fogolâr Civic

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Ha scelto la seduta a ridosso della data storica del 29 settembre, giorno di riunione dell'antico Arengo partecipativo, il consigliere avv. Paolo Perozzo per farsi tramite volontario presso l'assise comunale udinese di un'iniziativa culturale “dal basso” avviata nel 2010 tra scuola e territorio al fine di raccogliere il sentire popolare in materia di vizi e virtù sociali e pervenire alla stesura di una sorta di “charta” morale della società nel Friuli di oggi. Ecco che in apertura dell'adunanza del 28 settembre 2015, il consigliere ha formalmente rimesso nelle mani del Presidente del Consiglio comunale della “Capitâl dal Friûl” una delle artistiche urne di consultazione, ispirate a torri e campanili locali, opera del maestro prof. Michele Ugo Galliussi, utilizzate nei locali pubblici per la raccolta delle proposizioni dei cittadini per l'appunto nella cornice del “Censimento popolare dei mali contemporanei per una Costituzione friulana dei valori locali e universali”, promosso dal Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic” ed ora approdante ad un primo bilancio. “Potremo dire idealmente che il popolo udinese tutto attraverso i suoi rappresentanti elettivi ha avuto modo così di esprimere le proprie opinioni in materia!” ha commentanto il presidente del sodalizio, prof. Alberto Travain, che ha decisamente molto apprezzato il gesto dell'avv. Perozzo.

Torna su
UdineToday è in caricamento