rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Bilancio

Udine, bilancio comunale: più di 50 milioni di investimenti e nessun aumento dei tributi

"Stiamo mantenendo le promesse elettorali, portando a conclusione anche le opere incompiute a causa della lentezza ad agire dei nostri predecessori" afferma l'assessore al bilancio Laudicina illustrando il bilancio previsionale

Presentato oggi il bilancio previsionale del Comune di Udine. L'assessore al bilancio Francesca Laudicina afferma "questo bilancio non porta aumenti di nessun genere: viene mantenuta l’addizionale Irpef allo 0,2 per mille, nessuna modifica per le aliquote Imu, nessun aumento per la Tari. Sostanzialmente, tributi, tariffe e spese per i servizi ai cittadini rimangono gli stessi. Non vogliamo pesare sulle tasche degli udinesi".

I dettagli

L'assessore Laudicina aggiunge: "Siamo soddisfatti non solo di non aumentiamo la pressione tributaria ma manteniamo anche un basso livello di indebitamento. Gli investimenti ammontano a circa 50 milioni di euro. Tra i vari lavori di riqualificazione degli edifici scolastici, di ristrutturazione della rete viaria, ad esempio, viale Venezia e parcheggi al parco del Cormor, di ammodernamento degli impianti sportivi, ad esempio, la copertura del parco Ardito Desio e gli interventi alla palestra Mazzini, e di sistemazione e miglioramento delle aree verdi”. La Laudicina continua sottolineando come "stiamo mantenendo le promesse fatte in campagna elettorale: porteremo a termine le opere che abbiamo iniziato e concluderemo anche quelle dei nostri predecessori che, in passato, si sono dimostrati molto lenti nella realizzazione". L'assessore conferma che "si tratta di un bilancio solido e concreto. Applichiamo oltre otto milioni di avanzo: metà per spesa corrente (funzionamento del Comune e servizi ai cittadini) e metà per spesa in conto capitale (investimenti). Tengo a porre l’accento su questo aspetto: nonostante le difficoltà legate alla pandemia, l’amministrazione è sempre stata vicina alle attività economiche alle quali ha applicato una sostanziosa agevolazione Tari e alle fasce più esposte della cittadinanza con misure ad hoc, dai buoni spesa ad altri accorgimenti che si sono rivelati preziosi e apprezzati”. E proprio sulla Tari il sindaco Pietro Fontanini ha concluso: "La buona notizia è che non mettiamo nuove tasse o nuove imposte per i cittadini che ricevono servizi, come la raccolta differenziata. Siccome l'opposizione ha polemizzato parecchio su questa questione, stiamo dimostrando che non ci saranno aumenti della Tari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udine, bilancio comunale: più di 50 milioni di investimenti e nessun aumento dei tributi

UdineToday è in caricamento