menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udine come Barcellona grazie al primo regolamento per gli artisti di strada

La disciplina regolamenterà le esibizioni. L'obiettivo è tornare a dare maggiore spazio alla musica in città. Venanzi: "La musica è gioia e il centro storico è anche questo"

Con il nuovo regolamento della polizia locale recentemente approvato, Udine per la prima volta nella sua storia si è dotata di una normativa che va a disciplinare l'esercizio degli artisti di strada che si esibiscono e stazionano in città. Ce ne ha parlato l'assessore al Commercio e al Turismo della città, Alessandro Venanzi, approfittando di un video che da ieri sta facendo il giro dei social. E' un breve filmato, realizzato da Daniela Seretti, e ritrae uno show improvvisato per le vie del centro del gruppo "Amazing Gospel".  Una scena natalizia che per qualche minuto ha scaldato il corpo e allietato il cuore di chi passava in quella zona. "Sottolineo - ha commentato Venanzi condividendo il video- che anche la città di Udine qualche giorno fa, come Barcellona, ha creato un regolamento che consente in termini favorevoli l'esibizione degli artisti di strada. La musica è gioia e il centro storico è anche questo".

Nel nuovo regolamento, infatti, fra i vari temi toccati dall'articolo 19, che vanno dal bivacco al decoro della città, dall'accattonaggio molesto al disturbo della quiete pubblica, si disciplina e si vincola anche l'attività degli artisti di strada. "Si regolamenta favorevolmente un fenomeno che sta crescendo in tutta Europa, come appunto nelle rambla spagnole, mettendo delle piccole regole - ha spiegato a UdineToday Alessandro Venanzi-. Ad esempio non si può stazionare per più di un'ora nello stesso luogo, si favorisce la turnazione delle vie e l'orario consentito per le esibizioni è dalle 10 del mattino fino alle 20 di sera. Un altro obiettivo dell'amministrazione da raggiungere è la possibilità della calendarizzazione di queste esibizioni. Ovvero un vero e proprio calendario dove gli interessati appuntano la performance prenotandosi lo spazio".

L'obiettivo di questa norma, in fin dei conti, è dare maggiore spazio alla musica in città. "Vogliamo riaccentrare su Udine il tema della musica - continua Venanzi. Abbiamo aumentato il numero delle giornate degli eventi temporanei, fatto il bando per lo stadio Friuli e quello per il Carnera. La prospettiva - conclude l'assessore- è vivere la città in maniera diversa, educata e intelligente. Insomma, vogliamo tornare ad essere un riferimento regionale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento