Udine apripista a livello nazionale come città a misura di pedone

Da un'indagine sulla percezione della vivibilità, il quartiere Aurora è percepito bello e sicuro

Giovani in un'area verde del quartiere Aurora

Quello di una città a misura di tutti, cominciando da chi si muove abitualmente a piedi o usando mezzi sostenibili, è sempre stato un cavallo di battaglia dell'amministrazione Honsell che, addirittura, aveva portato Udine ad essere nominata alla vicepresidenza della rete nazionale di “Città Sane”, progetto promosso dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Adesso si cominciano a raccogliere i frutti di questa mentalità, che ha portato il capoluogo friulano ad essere riconosciuto a livello nazionale come apripista di un progetto sperimentale promosso dai sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil nazionali e di Udine con il supporto del Centro Antartide e la collaborazione dell'amministrazione comunale.

Il progetto Udine sta bene in strada

Lo sviluppo del progetto prevede la realizzazione in via sperimentale di attività e interventi che, da una parte, avranno la finalità di migliorare l’accessibilità, considerando in particolare la sicurezza e la sostenibilità degli spostamenti, e dall’altra promuoveranno la socialità e la vivibilità degli spazi pubblici in città in un’ottica di benessere. Iniziato più di un anno fa, il progetto udinese farà da apripista per tutti gli altri progetti di vivibilità avviati nel resto d'Italia.

Gli interventi

Gli interventi previsti in questa prima fase sperimentale si concentreranno su due aree: in centro storico, come riferimento piazza San Cristoforo, e in periferia, nel quartiere Aurora e in via Cividale. Nonostante l'appoggio dell'amministrazione comunale, è stata proprio una decisione della giunta a impedire lo sviluppo del progetto in centro storico, a causa della riapertura al traffico di via Mercatovecchio. L'assessore alla sanità Giovanni Barillari ha confermato che «si è trattato di un periodo circoscritto e che il progetto è pronto a ripartire perché le modifiche urbanistiche necessario per rendere Udine una città a misura di pedone sono di competenza del comune e quindi confidiamo che presto si possano sempre di più abbandanare le macchine per favorire stili di vita sani per tutti».

Le modalità

Nei prossimi mesi si svolgeranno alcune attività, a partire dai luoghi dove si è condotta l'indagine da cui è partito il progetto, ovvero il quartiere Aurora di Udine. Ci saranno così laboratori per bambini nelle scuole Fritz e Bellavitis, interventi di urbanismo tattico temporaneo come il ripensamento di alcuni spazi attraverso la costruzione di arredi a basso costo, passeggiate in centro storico per i bambini guidate dagli anziani e attività in cui saranno proprio i bambini a guidare gli adulti.

Il quartiere Aurora

La cosa forse più interessante emersa dall'indagine è stata la percezione assolutamente positiva che i residenti hanno di questo quartiere ai limiti di via Cividale, nonostante da sempre sia considerato uno dei più degradati di Udine. Addirittura personale del progetto venuto da fuori regione si è sorpreso di come fosse stato descritto, trovandosi poi di fronte a una zona con grandi spazi verdi e nessuna grande criticità eveidente.

Attività in Castello

Dall'indagine condotta tramite questionari sulla percezione di vivibilità del quartiere Aurora nel 2018, coinvolgendo i ragazzi delle scuole e le loro famiglie, è emerso che il quartiere viene percepito bello e sicuro ma che c'è una certa carenza di servizi, nonostante gli stessi poi non siano sfruttati. Si parla di spazi verdi e di gioco che dovrebbero essere più fruibili e di mezzi di trasporto pubblico che dovrebbero essere potenziati. Da una delle domande è emerso inoltre che nessuno dei bimbi del quartiere sia mai salito in Castello a Udine, e da qui l'idea di organizzare una gita con gli anziani a fare da Cicerone.

I giardini pubblici

Una considerazione a parte la merita il giardino del'ex Banca d'Italia, del quale il Comune sta parlando con l'Università al fine di renderlo patrimonio dell'intera cittadinanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento