rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca San Rocco / Via della Valle

Resta in carcere l'unico indiziato del delitto di San Rocco

Confermato il fermo di Vincenzo Paglialongo sospettato di aver ucciso Lauretta Toffoli nella notte di sabato scorso

Resta in carcere Vincenzo Paglialonga. Nell’udienza di convalida del fermo è stata confermata la custodia cautelare in prigione. Il gip Matteo Carlisi ha convalidato prima l'arresto per l'evasione dagli arresti domiciliari con la manomissione del braccialetto elettronico poi il fermo per l’omicidio di Lauretta Toffoli, la donna 74enne uccisa a coltellate nella sua abitazione Ater di via Della Valle la notte di sabato 7 maggio scorso. Resta quindi in via Spalato l’unico indiziato per questo delitto nonostante l’opposizione del legale di Paglialonga, l’avvocato Piergiorgio Bertoli che si era rimesso al giudice per la convalida del fermo e arresto.

Vincenzo Paglialonga si dichiara innocente

Il difensore aveva chiesto gli arresti domiciliari viste le precarie condizioni di salute del suo assistito. Ma il gip non li ha concessi visto che i problemi di salute dell’indagato non rientrano tra quelli ritenuti incompatibili con la detenzione in carcere, secondo quanto stabilito dalla legge.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resta in carcere l'unico indiziato del delitto di San Rocco

UdineToday è in caricamento