menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccise un maialino con una martellata: non fu "maltrattamento"

Un 49enne di Vernasso è stato assolto dal tribunale di Udine dall'accusa di maltrattamenti di animali. Pagherà invece un'ammenda di 800 euro per macellazione fuori dai locali autorizzati

Prima ha colpito il maialino di 10 chili con una martellata in testa, poi lo ha sgozzato. G.S., 49enne norcino di Vernasso - in comune di San Pietro al Natiasone - è finito per questo davanti al giudice del tribunale di Udine. L’accusa parlava di “maltrattamenti di animali” (quelli che pesano più di 5 chili, secondo la legge, vanno abbattuti con un colpo di pistola) e macellazione fuori dai locali autorizzati. La carcassa del suino è stata trovata in una cella frigorifera del’azienda agricola dell’uomo durante un’ispezione dell’Azienda sanitaria, senza che fosse indicata con una targhetta la non destinazione ad uso aziendale. Alla base del gesto il fatto che il maialino non crescesse a dovere, al contrario degli altri acquistati nello stesso periodo. È così che è scattato il procedimento, che ha portato all’assoluzione per quello che riguarda l’ipotesi di maltrattamenti (chiesta dal difensore dell’uomo  - avvocato Ferro - e anche dal pm Aversa, che ha escluso che si potesse imputare la fattispecie all'uomo) e alla condanna a 800 euro di ammenda per la macellazione fuori da luoghi preposti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento