"Denaro facile", scoperte due truffe tra Cividale e Pradamano: 4 indagati

Perquisizioni in corso tra Udine e Pradamano da parte della Polizia giudiziaria

Perquisizioni in corso da questa mattina nei Comuni di Udine e Pradamano. La polizia giudiziaria, attraverso gli agenti del Commissariato di Cividale del Friuli e della Squadra Mobile di Udine, stanno effettuando una serie di vereifiche alla ricerca di denaro illecito provento di truffe.

L'operazione

L’indagine ha preso il via alla fine dell’anno scorso in seguito alle denunce di due cittadini di Cividale presentate presso il Commissariato. L’attività investigativa dei poliziotti, coordinata dalla Procura della Repubblica di Udine, ha permesso di accertare le modalità delle truffe e di individuarne gli autori. 

Prima truffa

E’ emerso così che in un primo episodio C.B., pregiudicato residente a Pradamano, aveva avvicinato un collezionista di monete antiche attribuendosi una falsa identità. Il soggetto aveva così proposto al collezionista un affare consistente nella vendita di un cospicuo numero di sterline d’oro, a fronte di un corrispettivo di 27.000 euro. Non appena il collezionista, indotto in errore da una serie di artifizi messi in atto dal truffatore, ha consegnato la somma in contanti al venditore, quest'ultimo ha fatto perdere le sue tracce.

Seconda truffa

In un secondo episodio, una coppia di cittadini di Cividale aveva pubblicato on-line un annuncio per la vendita di una propria attività commerciale. La coppia veniva quindi avvicinata da una persona che, promettendo l’acquisto dell’attività, proponeva ai venditori uno scambio di denaro: il venditore, fingendo di avere banconote di provenienza illecita e pertanto difficili da utilizzare, chiedeva ai venditori di cambiare il proprio denaro con banconote di provenienza sicura; e così i venditori consegnavano una somma di 10.000 euro in contanti al sedicente acquirente, che si dileguava con il denaro.

L'indagine

L’indagine ha permesso di risalire all’identità dei truffatori: si tratta di 4 cittadini residenti a Pradamano di età compresa fra i 25 e i 46 anni tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio. Tutti e quattro (C.B., C.K., M.B. e G.B.) sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria per il reato di truffa continuata in concorso; sono in corso accertamenti per verificare se gli stessi truffatori siano responsabili anche di altre truffe commesse in provincia. La Polizia raccomanda di diffidare da quelli che sembrano affari “facili”, soprattutto se proposti mediante modalità consistenti in cambi di denaro contante e al di fuori dei canali ufficiali: quasi sempre si tratta di truffe ben architettate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Razzia di tonno in scatola, fugge dalla Lidl con un bottino di 90 scatolette

  • Incidente mortale sulla Udine-Venezia, raffica di soppressioni e ritardi

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

Torna su
UdineToday è in caricamento