Lignano da vecchia 'Guerra fredda': arrestata truffatrice russa

In manette una donna, ora residente in Repubblica Ceca. Il sistema di imbrogli che avrebbe messo in atto raggiunge il valore di 82 milioni di rubli

Ricercata in mezzo mondo per una truffa in Russia, del valore di 82 milioni di rubli - oltre un milione e 700mila euro -. Si tratta di una cittadina russa, Ekaterina Tyurina, 38 enne moscovita residente in Repubblica Ceca. E’ stata arrestata lunedì pomeriggio dagli agenti del commissariato temporaneo di polizia di Lignano Sabbiadoro, in esecuzione di un mandato di arresto internazionale emesso in marzo dal tribunale di Tverskoy, distretto dell’ex capitale sovietica. 

La donna era appena arrivata nella località balneare friulana per trascorrere una vacanza assieme alla famiglia. Nel suo paese d’origine la Tyurina è accusata di truffa aggravata, che avrebbe messo a segno insieme con altre persone tra il novembre 2005 e l'aprile 2006. Secondo l’accusa avrebbe presentato dei documenti falsi per ottenere agevolazioni governative su proprietà di altre persone, causando così un danno ingente a una società. La donna non ha prestato il consenso all'estradizione in Russia, chiedendo invece di poter tornare in Repubblica Ceca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

  • Lorenzo, una vita spezzata a soli 22 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

Torna su
UdineToday è in caricamento