Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Pradamano / Via Udine

Vendono un'automobile che non c'è e prendono a mazzate i compratori

Truffa ai danni di due imprenditori, che dopo aver acquistato un'automobile e aver versato la cifra richiesta invece del mezzo hanno ricevuto percosse e minacce da una coppia di pluripregiudicati. I malviventi sono stati arrestati dai carabinieri. Sono imputati di truffa in concorso e rapina impropria

Gli avevano venduto un'auto di cui in realtà non avevano la disponibilità, per la somma di 10mila euro. Gli acquirenti hanno pagato, ma non si sono visti consegnare il mezzo. A quel punto hanno chiesto la restituzione del denaro già versato, ma i "venditori" hanno scelto di restituire solo colpi sferrati con la mazza da baseball e di esplodere colpi di pistola, poi rivelatasi caricata a salve, per intimorire e minacciare i malcapitati.

Nonostante l'episodio - avvenuto a Pradamano la sera di lunedì - le persone truffate, due imprenditori, hanno deciso di denunciare il fatto ai carabinieri. Gli uomini dell'Arma hanno così rintracciato e arrestato il 31enne di origine slovena D.S., residente a Campoformido, e il 41enne C.B., residente a Udine, entrambi nomadi e ricchi di un curriculum giudiziario consistente, con diversi precedenti.

Con loro avevano la pistola usata per spaventare le persone che hanno truffato. Si tratta di una scacciacani marca "Bruni", riproduzione di una Beretta 92, provvista di tappo rosso.

I due dovranno rispondere di truffa in concorso (entrambi) e di rapina impropria (solamente C.B.).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendono un'automobile che non c'è e prendono a mazzate i compratori

UdineToday è in caricamento