La "truffa dello specchietto": fermati due pregiudicati senza fissa dimora

I due cercavano di inscenare un finto incidente, coinvolgendo un malcapitato che ha chiamato le forze dell'ordine e li ha fatti desistere. Potrebbero essere responsabili di altri episodi analoghi

I carabinieri di Martignacco hanno fermato due pregiudicati G.R., 25enne nato a Biancavilla (CT) e A.D.A., 23enne nato a Milano. I due sarebbero responsabili di un tentativo di truffa risalente al 7 di giugno, all'interno del parcheggio di un centro commerciale a Martignacco.

Avrebbero accusato un pensionato 65enne di Basiliano della rottura dello specchietto laterale della loro auto, pretendendo un risarcimento di 100 euro in contanti per non ricorrere alla constatazione amichevole. L'uomo non si è lasciato convincere e ha avvertito le forze dell'ordine. La chiamata ha fatto desistere la coppia, che ha così tagliato la corda.

Sono in corso accertamenti per verificare la responsabilità dei due in casi analoghi verificatisi a Udine e dintorni nell'ultimo periodo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento