Truffa della postepay, un pensionato carnico perde 3mila e 700 euro

L'uomo aveva messo in vendita un set di cerchioni su una piattaforma on line finendo per pagare ai suoi finti acquirenti la cifra che pretendeva lui

Nuova truffa del Postamat in provincia, questa volta nella zona della Carnia. A farne le spese un 73enne, che si è visto sottrarre 3mila e 700 euro. Gli autori dell'inganno sono stati scoperti oggi dai carabinieri della Stazione di Tolmezzo, che hanno denunciato in stato di libertà - per l'ipotesi di reato di truffa a mezzo di strumenti informatici - un cittadino italiano di 48 anni, residente nella provincia di Varese, e il suo complice, un cittadino rumeno di 53 anni residente nella provincia di Modena.

L'azione

I due, in concorso tra loro, sono riusciti a trarre in inganno l'anziano - che aveva messo in vendita su una piattaforma on-line un set di cerchioni in lega completi di pneumatici - inducendolo a ricaricare le loro postepay per un totale di euro 3mila e 700 euro. Entrambi i soggetti risulatano pregiudicati per reati analoghi. I militari dell’Arma del capoluogo Carnico, da tempo molto attivi nel contrastare questo genere di reati, acquisita la denuncia dalla parte offesa, verso la fine del marzo scorso sono riusciti a risalire all’identità dei due truffatori. 


 

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • Come far durare la tinta per capelli più a lungo anche d'estate

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

I più letti della settimana

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Gianpiero, l'operazione è conclusa e riuscita

  • Scompare da casa e tenta il suicidio, i poliziotti la salvano per miracolo

  • Incidente mortale in Slovenia, la vittima è un 48enne di Palmanova

  • Violento temporale si abbatte sulla Bassa Friulana, maltempo in arrivo anche a Udine

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

Torna su
UdineToday è in caricamento