Truffatori ventenni in azione, nel mirino gli anziani nella zona di viale Ungheria

Un 19enne e un 22enne sono stati denunciati dopo aver imbrogliato una donna e una coppia

Denunciati per truffa aggravata nei confronti di un 19enne italiano e un 22enne ucraino, nel pomeriggio di venerdì protagonisti di due episodi nella zona di viale Ungheria. In un caso hanno convinto un’anziana, residente lungo la strada, a sottoscrivere un contratto per la fornitura di energia elettrica, ma poco dopo la donna si è resa conto della truffa e ha avvertito la Questura. Secondo il racconto della donna le avrebbero intimato un'interruzione dell'energia elettrica nel caso in cui non avesse apposto la sua firma sul documento. 

L'identificazione

Gli agenti, arrivati in zona, hanno notato a una fermata dell’autobus due giovani, identificandoli. Si trattava di un 19enne italiano e un 22enne ucraino, residenti fuori regione, corrispondenti alla descrizione fornita dalla donna. I due si sono qualificati come agenti di vendita per una azienda di fornitura di energia. Durante l’intervento i poliziotti sono stati avvicinati anche da un’altra signora, che segnalava un caso analogo accaduto ai suoi genitori, residenti in una strada limitrofa, verso le 13.30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scoperta

L’attività di indagine ha consentito agli operatori di appurare che nel caso descritto dalla donna l'altro ragazzo della coppia aveva fatto firmare un contratto alla coppia di coniugi - lui ultranovantenne, lei vicina agli ottanta - ingannando loro e la badante straniera: quest’ultima, visti gli insistenti tentativi del giovane, gli ha detto che per nuove sottoscrizioni avrebbe dovuto sentire la figlia dei due, in quel momento non presente, fornendone il numero di telefono. A quel punto il ragazzo ha finto di telefonare alla figlia, convinceva poi i genitori ad aderire alla proposta con il presunto consenso della stessa. Naturalmente la donna ha negato categoricamente di aver ricevuto la telefonata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • L'eccezione che conferma la regola: a Udine c'è un albergo costretto a mandare via i clienti

  • Appalti truccati, arrestato il sindaco di Premariacco Roberto Trentin

  • Pizza senza lievito, tavolini vista roggia e piatti a base di pesce: nuovo locale a Udine

  • Chiuso l'Hotel Friuli. «Ma a Udine chi rimane aperto è quasi incosciente»

  • Coronavirus: salgono i contagi e i ricoverati in terapia intensiva in Fvg

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento