menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa su accoglienza migranti, chiesto il rinvio a giudizio per 21 persone

L'indagine era stata condotta dalla Guardia di Finanza di Udine: un centro di accoglienza dell'isontino lucrava imbrogliando lo Stato

Lo scorso 9 giugno il Giudice per l’Udienza Preliminare di Gorizia ha sentenziato il rinvio a giudizio nei confronti 21 persone coinvolte negli atti gestionali di un soggetto Onlus che risulta aver gestito - in ambito pluriennale - un centro di accoglienza immigrati per il quale il Ministero dell’Interno (tramite la locale Prefettura) sosteneva specifici oneri economici per l’accoglienza e il mantenimento dei cittadini extracomunitari ospitati.

Risultano ora rinviate a giudizio 21 persone fisiche e 3 soggetti giuridici per reati di associazione a delinquere, fiscali, peculato, frode in pubbliche forniture, falso e favoreggiamento. L’attività investigativa, delegata dalla Procura della Repubblica di Gorizia alla Guardia di Finanza nei confronti dell’ente no-profit indagato (in relazione ad altre annualità) è in fase di ulteriore prosecuzione.

La gestione del Centro di Accoglienza di richiedenti asilo di Gorizia da parte del Consorzio indagato (operante in plurime regioni del territorio nazionale) risulta, a seguito di “risoluzione” avvenuta con la Prefettura di Gorizia nel 2015, ora passata ad altro soggetto giuridico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento