menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lignano, furto di vestiti con l'inganno: due ladri scoperti dai carabinieri

Simulavano di essere due incaricati di pubblico servizio e aspettavano il corriere espresso davanti ai negozi

Venerdì 8 aprile i Carabinieri della Stazione di Lignano Sabbiadoro hanno concluso una lunga e laboriosa attività investigativa finalizzata a contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio

L’operazione è stata avviata nel luglio 2014, a seguito di due furti commessi in altrettanti negozi di abbigliamento ubicati in Lignano Sabbiadoro, dai quali i malfattori erano riusciti ad asportare costosi capi di abbigliamento.

In entrambi i casi il furto avveniva con il medesimo modus operandi. All’arrivo del corriere espresso, incaricato di consegnare la merce, i malviventi si facevano trovare davanti al negozio e, simulando la qualità di incaricato di pubblico servizio, riuscivano a portare via numerosi capi di abbigliamento, per un valore complessivo di 14.000 €.

Grazie alle indagini coordinate e dirette dal sostituto Procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine, dott.ssa Paola De Franceschi, ed avviate inizialmente sulla base dei pochi elementi raccolti durante i sopralluoghi e di quelli emersi dall’esame delle immagini acquisite dai sistemi di videosorveglianza pubblica, i militari riuscivano a identificare gli autori dei furti in due soggetti residenti a Napoli.

Il G.I.P. presso il Tribunale di Udine, Dr. Matteo Carlisi, recependo integralmente gli esiti investigativi prodotti dai Carabinieri di Lignano Sabbiadoro, emetteva a carico di uno dei due, di anni 29, una ordinanza di custodia cautelare in carcere presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, ove attualmente l’uomo si trova già ristretto, mentre a carico del complice, di anni 31, emetteva la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.
L’Arma friulana, coadiuvata dai colleghi partenopei, raggiungeva i due soggetti a Napoli, ove dava esecuzione alle misure cautelari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento