rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Carabinieri di Udine trovano e arrestano due pericolosi criminali

I militari dell'Arma hanno scovato i due latitanti mentre erano nascosti nel loro Paese d'origine. Devono scontare complessivamente 52 anni di carcere. Appartengono ad un noto clan della malavita locale

Individuati e arrestati due pericolosi malavitosi albanesesi. L'operazione è stata condotta alle prime ore del giorno di oggi, lunedì 14 maggio 2018, dai carabinieri del Ros (Raggruppamento operativo speciale) di Udine, con il coordinamento della direzione distrettuale antimafia di Trieste, che aveva fatto scattare il mandato d'arresto europeo, e con il supporto della polizia albanese presente a Bari e il Servizio cooperazione internazionale di polizia (Scip).

I due latitanti, Keci Astrit e Sufja Shkelqim, sono stati localizzati a Durazzo e a Lezhe. Rispettivamente sono condannati in Italia a 30 e 22 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Entrambi i soggentti appartengono ad un noto e agguerrito sodalizio criminale albanese, storicamente responsabile del traffico internazionale di sostanze stupefacenti tra il paese balcanico e diversi pesi appartenenti all'Unione Europea. I due sono albanesi stati sorpresi in residenze protette, utilizzate per nascondere la loro presenza in Albania: dal 2006 si erano rifugiati nell'area per sottrarsi alla cattura al termine di una serie di indagini condotte tra il 1998 e il 2006 e provvedimenti emessi dalle autorità giudiziarie di Milano e Rimini.

I particolari dell’operazione saranno resi noti in giornata presso la sede della direzione generale della Polizia di Stato albanese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri di Udine trovano e arrestano due pericolosi criminali

UdineToday è in caricamento