menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme bomba al tribunale: ripresa l'attività ordinaria

L'edificio è di nuovo operativo dopo le indagini degli artificieri, che hanno scongiurato la presenza di ordigni

È cessato intorno alle 14.00 “l’allarme bomba” al Tribunale di Udine, dopo che gli artificieri del Reparto operativo nucleo investigativo dei Carabinieri di Udine e i militari dell’Arma del Nucleo cinofilo di Torreglia (Padova) hanno bonificato l'intero edificio, escludendo la presenza di un ordigno. Giudici, dipendenti degli uffici giudiziari e avvocati sono quindi potuti rientrare all’interno del Palazzo di Giustizia. L'allarme era scattato poco prima delle 9.00 del mattino, orario in cui comincia l'attività in una giornata come quella di oggi in cui sono in calendario oltre alle normali udienze penali e civili anche quelle per gli sfratti. Secondo quanto si è appreso, una voce maschile avrebbe chiamato il centralino del Tribunale, e avrebbe pronunciato la frase “c’è una bomba, fate uscire tutti", prima di riagganciare. L'evacuazione è così cominciata immediatamente. Sul posto i Carabinieri del Comando Provinciale di Udine, che hanno assunto il coordinamento delle operazioni di bonifica dell'edificio. Le due vie sul lato dell'ingresso del Palazzo di Giustizia e della nuova ala penale sono state transennate e inibite al transito a pedoni e mezzi per tutta la mattinata. Le indagini sono in corso per risalire all'autore della telefonata anonima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, contagi e decessi sono in aumento

social

Il friulano LuTheSinger nudo in Tv per cercare l'anima gemella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento