In treno da Villach a Trieste e all'aeroporto col Mi.Co.Tra

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Parte il prossimo 2 giugno l’estensione del collegamento transfrontaliero Italia - Austria gestito dalla Fuc al polo intermodale del Trieste Airport e alla stazione di Trieste. Il prolungamento si articolerà su due treni andata e ritorno e sarà attivo il sabato, la domenica e i giorni festivi, mentre proseguirà nelle altre giornate il servizio giornaliero Udine-Villach.

Questo nuovo collegamento con il Trieste Airport si aggiunge ai 54 treni che già collegano giornalmente la fermata aeroportuale. L’iniziativa sarà realizzata grazie alla partecipazione della Società Ferrovie Udine Cividale, in qualità di partner, al Progetto ConnnectT2Ce. L’amministratore unico della Fuc, Maurizio Ionico, evidenzia la connotazione bikefriendly che contraddistingue il servizio Mi.Co.Tra. «Grazie ad un bagagliaio con una capienza di 100 cicli e a personale plurilingue dedicato al carico e allo scarico di biciclette, questo servizio ha registrato importati risultati. In particolare, nel corso del 2017, sulla tratta nazionale interessata dalla ciclovia Alpe Adria, la crescita si è attestata al 7% di passeggeri trasportati e al 16,7% delle biciclette caricate. In questo senso, la fermata Trieste Airport risulterà presto una tappa obbligata per chi vorrà cogliere l’opportunità di estendere alla costa gradese l’esperienza della ciclovia Alpe Adria».

Il Comune di Ronchi ha infatti recentemente ottenuto l’approvazione per la realizzazione del collegamento diretto di Trieste Airport alla ciclabile per Fossalon-Grado. Un’opzione di vacanza che non mancherà di catturare l’attenzione dei turisti in arrivo in regione con i voli dal nord Europa, che avranno la possibilità di scendere dall’aereo, o dal treno, e salire direttamente in sella verso le nostre spiagge. «Questo nuovo collegamento ferroviario da e per Trieste Airport è particolarmente significativo, perché rappresenta in modo eccellente i benefici dell’intermodalità per la mobilità regionale e per l'incremento dell'incoming turistico di prossimità e di lungo raggio che il nostro aeroporto può sempre più favorire» è il commento del direttore generale di Trieste Airport Marco Consalvo.

Torna su
UdineToday è in caricamento