menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il treno Udine-Villach: un grande successo del traffico transfrontaliero su rotaia

Il treno Udine-Villach: un grande successo del traffico transfrontaliero su rotaia

Treno: in arrivo nuovi collegamenti per Slovenia e Austria

Lo sviluppo delle linee transfrontaliero sono contenute nell'accordo quadro da sottoscrivere tra Regione Fvg e Rete Ferroviaria Italiana. Il protocollo alimenta speranze anche per la rinascita della Gemona-Sacile

«Servizi da sviluppare sulla direttrice Trieste-Udine-Villaco e previsione di una futura integrazione con altri servizi transfrontalieri di competenza regionale, da e verso l'Austria e da e verso la Slovenia in funzione della programmazione regionale in materia». Si tratta di una delle direttive del nuovo Accordo quadro da sottoscrivere tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Rete Ferroviaria Italiana s.p.a., e tradotto significa più corse su rotaia da e per Austria e Slovenia nella nostra Regione. L’approvazione è arrivata dalla giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e mobilità Mariagrazia Santoro. L’accordo è propedeutico alla messa a gara dei Servizi ferroviari regionali e finalizzato ad assicurare la necessaria capacità infrastrutturare, una volta effettuato l'affidamento al nuovo gestore.

SANTORO. «Con questo accordo esprimiamo appieno le peculiarità del servizio nella nostra Regione - commenta l'assesosre Santoro - . Sono previsti contenuti specifici rispetto al modello standard definito dalla stessa RFI, con elementi di sostanziale novità che tengono conto del carattere peculiare del trasferimento delle competenze del sistema ferroviario dallo Stato alla Regione avvenuta con il Decreto Legislativo n. 111 del 2004».

GEMONA-SACILE. Altra novità di rilievo, ad ulteriore conferma della volontà regionale di riattivare i servizi sulla Gemona - Sacile, è l'inclusione nell'Accordo quadro di questa linea ferroviaria, prevedendo fin d'ora l'integrazione con i relativi servizi, attivabili al momento in cui si renderanno reperibili le risorse per consentire il ripristino della circolazione.

ALTRE NOVITÀ. Tra le principali novità vi è anche la previsione di possibili riduzioni del pedaggio corrisposto ad RFI in funzione di risorse messe a disposizione dalla Regione per il miglioramento dell'infrastruttura ferroviaria, ed è inoltre prevista la definizione e stipula, entro tre mesi dalla sottoscrizione dell'Accordo quadro, di uno specifico Protocollo d'intesa che riguarderà temi rilevanti non solo per la messa a gara dei servizi ferroviari ma anche per la qualità del trasporto pubblico nel suo complesso. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento