rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Case Ater / San Domenico / Via Derna

Casa a rischio per 80 famiglie, esplode la protesta a San Domenico

Manifestazione stamattina in via Derna. I residenti di due palazzine, inserite nel progetto di riqualificazione del quartiere, chiedono maggior trasparenza sul futuro immediato

Nel quartiere di San Domenico è esplosa in strada questa mattina la protesta di 80 famiglie, residenti in due palazzine che si trovano tra via Eritrea e via Derna. L’oggetto delle lamentele è il progetto che nei prossimi cinque anni punta alla riqualificazione quartiere, che prevede si inizi proprio dai due edifici, con il conseguente trasferimento degli abitanti. Per definire le condizioni dello spostamento, tramite delle lettere consegnate alcune settimane fa ai condomini, l’Ater – che gestisce gli immobili – ha annunciato dei colloqui individuali per definire gli spostamenti. Gli abitanti però non ci stanno, temendo che la mossa voglia disunirli. In più il Comune, che ha un ruolo attivo nella vicenda, secondo quanto riportato dai cittadini attivi nella protesta non si è fatto sentire.

La lettera indirizzata ai residenti

lettera-6-2

“Le risultanze di un sopralluogo nel quartiere indicano che i cittadini coinvolti nel mega progetto sono allarmati in quanto non sufficientemente informati sulle modalità, i tempi, le spese di trasferimento delle persone per la gran parte anziane”, spiega Lorenzo Patti, capogruppo di SiAmoUdine, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo insieme al collega di minoranza Fedrico Pirone (Progetto innovare). Patti e Pirone, insieme ad Alessandro Venanzi del Pd, spiegano come il malcontento tra i residenti sia molto alto, causato in particolar modo dalla scarsità di rassicurazioni giunte al momento da palazzo D’Aronco. 

“Gli anziani chiedono di essere spostati almeno alle stesse condizioni economiche – rimarcano – e in maniera definitiva, non temporanea. L’amministrazione non ha chiarito i tempi e le modalità dei punti di ascolto, né quali famiglie saranno effettivamente spostate, anche a fronte del ridimensionamento del progetto iniziale”. Da qui la denuncia da parte dei consiglieri Patti, Venanzi e Pirone contro la carenza di dati e risposte ufficiali e concrete da parte dell’amministrazione, e la richiesta di chiarimenti sul progetto con una convocazione urgente della Commissione Territorio e Ambiente e Politiche Sociali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa a rischio per 80 famiglie, esplode la protesta a San Domenico

UdineToday è in caricamento