Addio agli elicotteri made in Carnia? Il "j'accuse" della Konner all'inerzia della Regione Fvg

La "Lamborghini degli elicotteri" trasferirà il suo polo produttivo in Puglia. Si aspetta solo l'ok al piano industriale presentato. Socio nell'affare anche il friulano Zamparini. Il vicepresidente Bolzonello replica alle accuse: "Non abbiamo quel tipo di incentivi destinati alle aree depresse del Sud Italia ma siamo pronti a discutere"

Elicottero Konner - K1

"Vieni a ballare in Puglia" non è solo il ritornello di una canzone, ora pare pure l'invito di alcune regioni meridionali agli imprenditori italiani in cerca di incentivi e sgravi fiscali. Dopo le Esse di Raveo, allettate dalle prospettive carinziane, la Carnia rischia di perdere un altro pezzo, l'ennesimo. A cedere alle note del canto fatato di Capararezza questa volta è Sergio Bortoluz, il titolare della Konner s.r.l., azienda nata nel 2002  con sede ad Amaro.

L'AZIENDA: La Konner negli anni ha saputo sviluppare  tecnologia producendo e sviluppando prodotti aeronautici di altissima qualità. Il piccolo stabilimento di Amaro attualmente occupa 22 dipendenti e produce turbine (TK250) e elicotteri ultraleggeri (il biposto K1 e il K2) con materiali compositi e leghe di acciaio di ultima generazione. Al suo interno è dotata di banchi prova per motori, eliche e rotori, oltre che di strumenti informatici all'avanguardia. I suoi gioiellini costano dai 450 mila al milione e mezzo di euro e sono venduti in tutto in mondo, specialmente in Australia, Cile, Polonia e Turchia.

IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE: Due giorni fa una notizia del tutto inaspettata ha fatto il giro dello stivale. A comunicarla il Comune di Castellaneta (una cittadina di 17.216 abitanti della provincia di Taranto) in seguito a un incontro svoltosi nella sede dell'assessorato al Lavoro della Regione Puglia ed esponenti dell'amministrazione del Comune tarantino, dei sindacati e della società friulana: la Konner, società friulana specializzata nel campo aeronautico, ha presentato un piano industriale per lo stabilimento di Castellaneta. 300 assunzioni in cinque anni, anche grazie al finanziamento Invitalia.  

La Konner difatti è risultata l'unica azienda ad aver presentato un piano industriale per il sito ex-Miroglio offrendo opportune garanzie. Il progetto è finalizzato alla produzione industriale di elicotteri e garantisce, previa formazione degli ex-dipendenti Miroglio, il pieno assorbimento di 300 assunzioni in cinque anni. Nella prima fase, gli investimenti sarebbero pari a 30 milioni di euro, di cui parte sono oggetto di finanziamento Invitalia, fino a giungere ai 90 milioni complessivi con la messa a regime di  4 catene di montaggio in cinque anni. Ora il Comune di Castellana formalizzerà a breve una richiesta di convocazione al Ministero dello Sviluppo Economico per conoscere i tempi dell’eventuale finanziamento pubblico richiesto dalla società Konner al fine di avviare le opportune verifiche per l’ammissibilità, la sostenibilità e gli eventuali tempi di attuazione del piano industriale. A subentrare nell’affare pugliese come socio, ci sarà anche l'eclettico presidente del Palermo Calcio, Maurizio Zamparini, un vero patito di elicotteri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE CAUSE DEL TRASFERIMENTO, IL J'ACCUSE ALLA REGIONE FVG E LA REPLICA DI BOLZONELLO -->  (cambia pagina)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • L'eccezione che conferma la regola: a Udine c'è un albergo costretto a mandare via i clienti

  • Appalti truccati, arrestato il sindaco di Premariacco Roberto Trentin

  • Pizza senza lievito, tavolini vista roggia e piatti a base di pesce: nuovo locale a Udine

  • Chiuso l'Hotel Friuli. «Ma a Udine chi rimane aperto è quasi incosciente»

  • Coronavirus: salgono i contagi e i ricoverati in terapia intensiva in Fvg

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento