Cronaca

Traffico illegale di alcolici, Iva evasa per 2 milioni: perquisizioni a Udine

L'operazione è partita da Grosseto e coinvolge anche altre province italiane. Quattro le persone indagate

Illeciti nel settore delle movimentazioni di prodotti alcolici. Questa mattina sono state eseguite venti perquisizioni in tutta Italia in sedi societarie, studi di commercialisti e abitazioni private. Le operazioni di polizia giudiziaria sono state condotte a Grosseto e Arezzo e su diversi altri obiettivi localizzati nelle province di Udine, Bolzano, Novara, Genova, Ancona, Viterbo, Napoli, Avellino, Caserta e Palermo.

Fiamme Gialle all'opera

L'operazione è dei  militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza Grosseto, con l’ausilio di altri Comandi delle Fiamme Gialle dislocati sul territorio nazionale, su disposizione della Procura della Repubblica di Grosseto, hanno eseguito, in collaborazione anche con la Dogana.

Indagati

Quattro sono le persone indagate, accusate di frode fiscale nel settore delle accise, in concorso tra loro. L’attività di indagine, svolta dalla Compagnia di Grosseto, con il coordinamento della Procura della Repubblica, ha avuto per oggetto notevoli movimentazioni di bevande alcoliche meramente “cartolari” tra Stati dell’Unione Europea e, in alcuni casi, anche extra Unione Europea: essenzialmente i prodotti venivano immessi per il consumo sul territorio dello Stato illegalmente, nonostante dalle dichiarazioni doganali si evincesse l’acquisto, da parte del “deposito fiscale” situato a Grosseto, degli stessi alcolici.
Gli illeciti posti in essere dagli indagati allo stato integrano un’ingente evasione nel settore dell’accisa e dell’Iva, quantificata in circa 2milioni di euro.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico illegale di alcolici, Iva evasa per 2 milioni: perquisizioni a Udine

UdineToday è in caricamento