menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperto traffico di droga a Majano e nei paesi vicini

I carabinieri della stazione di Majano, dopo mesi di indagini hanno individuato un piccolo traffico di sostanze stupefacenti che coinvolgeva alcune zone del Medio Friuli e della Pedemontana

Scoperto un traffico di piccole quantità di sostanza stupefacente che giravano, grazie al passaparola, in diversi paesi Medio Friuli e della Pedemontana. Ad accorgersene i carabinieri della stazione di Majano che hanno cominciato a indagare a maggio e hanno tirato le fila, al termine di una serie di perquisizioni, proprio in questi giorni.

E' finito nei guai un uomo residente nella frazione di Susans, classe 1984, già ristretto ai domiciliari per vari reati (anche nel settore della droga). A casa sua, lo scorso 5 maggio, i militari hanno effettuato un controllo e hanno trovato in soffitta tracce di cocaina e vario materiale per l’assunzione.

Nel frattempo, i carabinieri hanno individuato anche quello che è stato ritenuto uno dei principali fornitori dell’uomo residente a Susans, ossia un trentasettenne italiano che abita a Osoppo. Il 28 maggio i militari, con il supporto di un’unità cinofila, hanno perquisito la sua abitazione e hanno trovato 5 grammi di hascisc e tracce di cocaina all’interno di un portagioielli. È dunque scattata una denuncia a piede libero per l’ipotesi di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

Tra giugno e luglio gli investigatori hanno ricostruito una rete di relazioni e contatti tra una quindicina di persone, dedite perlopiù al consumo personale. A carico di sei di queste sono poi stati emessi altrettanti decreti di perquisizione, eseguiti lo scorso 10 agosto.

Una ventina di carabinieri (in servizio a Tricesimo, Tarcento, Gemona, Buja, Majano, Cividale e Tolmezzo) hanno controllato le residenze di ognuno.

A casa di un operaio majanese di 53 anni c’erano 15 grammi di marijuana e mezzo di cocaina e un tassista di Gemona è stato invece sorpreso con due grammi di marijuana e due francobolli di Lsd, più un bilancino di precisioni. Entrambi sono stati denunciati a piede libero per l’ipotesi di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

Un ventottenne di Gemona, barista, aveva mezzo grammo di marijuana, così come un quarantenne di Buja, disoccupato, pregiudicato. Nulla invece è stato trovato a un venticinquenne di Tarcento e a una ventottenne di Cassacco. Tutti e quattro sono poi stati segnalati alla Prefettura in qualità di assuntori di sostanze stupefacenti.

Il consumo della droga secondo quanto è emerso dall’indagine dell’Arma, avveniva nei locali, ma soprattutto nella case, anche in occasione di festini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento