menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autostrada: ecco il fine settimana del "controesodo"

Venerdì, sabato e domenica ad alta intensità di traffico lungo la rete autostradale della nostra regione

Prevedere il traffico è un po’ come prevedere il tempo che farà: complicato e non sicuro al 100 per cento. Per quanto riguarda la circolazione, le previsioni  si basano  sui dati statistici degli anni precedenti tenendo anche presente, come correttivo, il cambiamento delle abitudini dei viaggiatori. Una certezza, però, c’è: durante il cosiddetto “controesodo”, che caratterizza il terzo week end di agosto, l’intensità dei transiti sulla rete di Autovie Venete sarà elevatissima perché i flussi comprendono nuovi arrivi (soprattutto da Tarvisio in direzione Palmanova), rientri (da Trieste in direzione Venezia) e, se le condizioni meteo saranno buone, ancora spostamenti sul breve-medio raggio verso le località balneari. Anche per questo fine settimana, quindi, l’incremento del traffico inizierà già da venerdì 21 agosto, con  qualche coda a tratti su tutta la rete autostradale e rallentamenti   in prossimità dei nodi di interconnessione. Per sabato 22 sono previste code nel tratto compreso fra Villesse e San Giorgio di Nogaro in direzione Venezia, incolonnamenti che potranno interessare anche il tratto San Giorgio- Latisana . Autovie Venete consiglia, a chi deve spostarsi sul breve raggio in questa zona, di non usare l’autostrada.  File alla barriera di Trieste Lisert, in entrata, a cominciare da Sistiana e code, fin dalle prime ore del mattino, sulla A23 nel tratto fra tra Udine Nord e il nodo di interconnessione con la A4 a Palmanova per il flusso di veicoli provenienti da oltreconfine. Probabili code, sia in entrata sia in uscita,  anche ai caselli di Latisana e San Donà di Piave e  rallentamenti a quello di San Stino di Livenza, le uscite da dove il traffico si dirige verso le località balneari della costa adriatica. Il divieto di circolazione per i mezzi pesanti superiori alle sette tonnellate e mezzo scatterà alle 8 del mattino di sabato e durerà fino alle ore 16,00. Transito libero dalle 16,00 alle 7 del mattino di domenica e poi nuovo stop fino alle 22,00. Domenica 23 agosto sarà ancora una giornata a forte intensità di traffico, con possibili  congestioni a macchia di leopardo su tutta la A4 nella fascia oraria compresa fra le 7 e le 17,00. Indispensabile, prima di mettersi in viaggio, consultare la situazione della viabilità sul sito di Autovie.

I PERCORSI ALTERNATIVI. Per alleggerire la A23 Udine Palmanova, evitando che chi entra a Udine Sud si trovi davanti a una coda,  di concerto con la Prefettura sono stati predisposti appositi percorsi alternativi: chi è diretto a Trieste, verrà indirizzato verso la Zona Industriale e da lì guidato, con una serie di frecce direzionali gialle, fino al casello di Palmanova da dove potrà rientrare in A4 e poi proseguire. Per chi deve andare verso Venezia, invece, l’alternativa prevede il reindirizzamento lungo la tangenziale fino al raggiungimento della Strada Statale 13 in direzione Codroipo. Da lì, sempre seguendo le frecce gialle, il percorso alternativo prosegue e arriva fino a Venezia lungo la “Ferrata”. Su tutti i pannelli a messaggio variabile installati in tangenziale Sud che arriva da Pradamano e in tangenziale  Ovest che arriva dallo Stadio  (a quelli fissi a si aggiungono una serie di pannelli mobili posizionati strategicamente) verrà pubblicato il messaggio “non entrare in direzione Venezia – Trieste” perché l’entrata di Udine Sud sarà chiusa. Chi entrerà ugualmente, sarà  costretto a dirigersi verso Udine Nord per poi uscire sulla strada statale.  Sul piazzale antistante il  casello di Udine Sud, in ogni caso, sarà presente personale di Autovie per gestire la viabilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento