rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Traffico sostenuto in A4, intenso anche il flusso dei mezzi pesanti

Due le giornate critiche, ieri e oggi, per il flusso dei mezzi pesanti molto molto inteso

La rete autostradale di Autovie Venete, nelle giornate prima e dopo le due ultime festività (festa della Liberazione, 25 aprile e festa del Lavoro, martedì Primo maggio) è stata sempre caratterizzata da traffico intenso, come da previsioni. Conferma anche per le giornate critiche, soprattutto ieri 2 maggio e oggi 3 maggio per il flusso dei mezzi pesanti molto molto inteso.

I primi giorni di maggio

Ieri mercoledì 2 maggio, giornata di traffico molto molto intenso ma non congestionato, salvo un breve periodo, successivo alla chiusura di 1 ora, dalle 9 alle 10 dovuta a un incidente fra tre mezzi pesanti. 134 mila 087 i transiti complessivi, di cui 90 mila 210 leggeri e 43 mila 877 pesanti. Code a tratti di mezzi pesanti hanno caratterizzato tutta la giornata di mercoledì 2 maggio soprattutto nel tratto San Giorgio di Nogaro – Latisana in direzione Venezia. Oggi, giovedì 3 maggio, il traffico è decisamente più intenso, sempre di mezzi pesanti, perché ieri in Slovenia era festa e i mezzi pesanti non potevano circolare. Sono ripartiti questa mattina e c’è stato l’effetto accumulo con i flussi partiti il giorno prima dai paesi del Centro ed Est Europa e in arrivo oggi da noi. Attualmente la coda di mezzi pesanti è segnalata – in A4 fra Villesse e Portogruaro in direzione Venezia, mentre 1 chilometro di coda si è formata in A23 in direzione nodo di Palmanova e 5 chilometri (in aumento) in entrata a Trieste Lisert.  Dati ponte 25 aprile – 1 maggio.

I numeri

A transitare sull’intera tratta, mercoledì 25 aprile, sono stati 114 mila 012 veicoli, di cui 16 mila 066 mezzi pesanti e 97 mila 946 leggeri. Qualche rallentamento si è verificato, in entrata, alla barriera di Trieste Lisert (direzione Venezia) nelle ore serali. Giornata da bollino rosso giovedì 26 anche per i mezzi pesanti in transito, ripartiti dopo lo stop del giorno prima. Chi ha viaggiato in autostrada (ben 135 mila 958 veicoli, di cui 51 mila 748 erano mezzi pesanti e 84 mila 210 i leggeri) ha trovato traffico molto intenso in A4, direzione Venezia, con code che hanno caratterizzato la giornata dalle prime ore del mattino fino al tardo pomeriggio.

Il traffico

Le code, a fisarmonica, si sono formate e dissolte, lungo tutto il tratto fra Duino e Meolo Roncade.  Anche lungo la A23 si sono formate code, in direzione Palmanova, per un massimo di 8 chilometri, fra il mattino presto e le 15,00 del pomeriggio. Congestioni in entrata a Villesse, infine, durante tutta la mattinata. I picchi più alti di traffico sono stati raggiunti venerdì 27 aprile, con 163 mila 275 transiti, di cui 53 mila 384 pesanti e 109 mila 891 veicoli leggeri. Durante questa giornata e fino a notte fonda il traffico è stato molto intenso lungo la A4, in direzione Trieste. Le code, sempre in formazione e dissolvimento per poi riformarsi, hanno caratterizzato il tratto Meolo Roncade e Bivio A4/A23 (nodo di Palmanova), mentre in direzione opposta, si sono verificate congestioni, nel pomeriggio, fra Portogruaro e San Stino di Livenza. Sabato 28 aprile, hanno viaggiato 144 mila 887 veicoli, di cui 119 mila 619 leggeri e 25 mila 268 pesanti. Qualche criticità si è verificata sempre lungo la A4, in direzione Trieste, dalle 9,00 fino alle 15,00 del pomeriggio, con lunghe code fra Cessalto e il Bivio A4/A23 (nodo di Palmanova). I due caselli balneari di San Donà di Piave e San Stino di Livenza hanno registrato un forte flusso che si è concentrato nelle ore centrali della giornata. Domenica 29 aprile tranquilla con i mezzi pesanti fermi per divieto di transito e quindi la viabilità è stata più fluida. Lunedì 30 aprile i transiti sono stati 141 mila 905  (109mila806 leggeri e 32 mila 099 pesanti). La A4 è stata interessata da code, in momenti diversi, soprattutto direzione Trieste, fra Meolo Roncade e Cessalto, ma solo in tarda mattinata, mentre qualche congestione, in uscita, si è verificata ai caselli di San Donà di Piave. Martedì Primo maggio i mezzi pesanti non potevano transitare, salvo quelli autorizzati e quindi i flussi sono stati inferiori: 139 mila 872 i veicoli transitati. La A4 è stata caratterizzata, comunque, da code in direzione Venezia nel pomeriggio, per i primi rientri di chi aveva trascorso il lungo ponte in vacanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico sostenuto in A4, intenso anche il flusso dei mezzi pesanti

UdineToday è in caricamento