Tiare Shopping a supporto della comunità locale durante l'emergenza

Molte le attività e le iniziative del centro commerciale di Villesse dedicate alla comunità e al territorio in cui opera

Durante il lockdown l'attenzione di Tiare Shopping per la comunità e il territorio in cui opera non si è fermata, portando avanti diverse attività e iniziative. Dall'inizio dell'emergenza, infatti, la direzione ha garantito il proprio contributo a supporto delle istituzioni locali con l’obiettivo di sostenere le famiglie maggiormente colpite dalla situazione. Inoltre, il centro ha continuato la propria attività nel rispetto delle norme vigenti al fine di supportare e facilitare tutti quei processi della vita quotidiana che hanno subito dei cambiamenti.

Consegne gratuite

Tra le iniziative, è stato avviato un progetto di consegne a domicilio gratuite per il cliente - dei prodotti forniti dai Tenants aperti, raggiungendo più di 30 famiglie al giorno e organizzando e gestendo un servizio di delivery attivo 3 giorni alla settimana. In 8 settimane, il centro commerciale è riuscito a supportare più di 720 famiglie residenti nel territorio locale. Grazie anche alla collaborazione con la Caritas, la Protezione Civile e le istituzioni locali, la direzione del Tiare Shopping ha individuato situazioni di necessità dove poter intervenire. Si è quindi resa disponibile all’acquisto di pasti per la mensa organizzata dalla Caritas di Gorizia (in difficoltà proprio a causa del diffondersi del virus) coprendo le forniture per i mesi di aprile e maggio per un totale di quasi 2000 pasti.

Supporto all'ospedale

Tiare Shopping ha deciso inoltre di supportare per intero l’allestimento dell’area di primo triage dell’Ospedale di Gorizia, nella quale viene svolto il controllo dei pazienti prima dell’accesso al pronto soccorso, collaborando attivamente con l’ASU GI (Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina).

Studenti e scuole

Ma anche per gli studenti il cambiamento totale delle abitudini ha rappresentato una sfida notevole. Per questo motivo la direzione del centro ha voluto donare agli istituti della provincia di Gorizia alcuni tablet per favorire gli studenti non in possesso di strumenti idonei a seguire le lezioni online.

Condivisione

Non da ultimo, il meeting place di Villesse è riuscito a offrire l’usuale attività di entertainment anche durante il periodo di lock down attraverso un progetto online – Tiare@Home – che ha offerto spunti di intrattenimento per tutta la famiglia, coinvolgendo i fan del centro commerciale che si sono divertiti a condividere le proprie foto ed esperienze, mantenendo seppur a distanza, il legame che in questi anni si è creato con loro. Già nella prima settimana i post avevano raggiunto più di 60.000, grazie anche alla partecipazione di diversi negozi del centro che si sono uniti al progetto.

Economia

Tiare Shopping, in continuità con la politica del gruppo Ingka Centres, ha deciso infine di sostenere i propri partner per agevolare quanto più possibile la ripresa delle loro attività commerciali attraverso iniziative sia di carattere economico che meramente operative. L’azienda ha infatti rinunciato agli affitti da parte dei negozi per tutto il periodo in cui sono stati costretti a rimanere chiusi e, una volta riaperti, ha organizzato un servizio gratuito di sanificazione dei capi di abbigliamento delle merci presenti nel centro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sicurezza

Con il 18 maggio, in accordo con le disposizioni del governo, il Tiare Shopping ha potuto nuovamente accogliere i propri clienti e collaboratori, garantendo, oltre alla consueta attenzione all’igiene e accoglienza degli ambienti, nuove misure di contingentamento per garantire la sicurezza e il confort di ogni visitatore. “La ripartenza di ieri è stata emozionante e si è svolta in maniera ottimale, testimoniando ancora una volta quanto sia stretto il legame della comunità con la struttura - ha affermato Giuliana Boiano, direttrice del centro -. Si è svolto tutto in maniera fluida e impeccabile, grazie soprattutto ai nostri clienti che si sono attenuti alle disposizioni di sicurezza. Devo inoltre dire con orgoglio che il comportamento dei nostri collaboratori è stato esemplare, e ha dimostrato grande professionalità e responsabilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento