Al via i test rapidi anti-covid nelle scuole superiori di Udine

Questa mattina sono stati effettuati i primi test al liceo artistico Sello

La preparazione di un test al liceo artistico Sello di Udine

Sono cominciati i test rapidi all'interno degli istituti scolastici friulani, per rilevare eventuali contagi tra studentie insegnanti nel minor tempo possibile e bloccare il contagio. Questa mattina i primi test sono stati effettuati al liceo artistico Sello di Udine.

"La scuola è il simbolo di un Paese ed è proprio da qui che vogliamo partire per cercare una possibile convivenza con il virus, utilizzando strumenti e percorsi che consentano di individuare, tracciare ed isolare le persone positive in breve tempo, allo scopo di evitare inutili e dannose chiusure degli istituti" ha dichiarato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute Riccardo Riccardi.

fare test rapido-2

Il vicegovernatore ha spiegato come questo nuovo strumento operativo rappresenti "una vera rivoluzione del sistema. Per conoscere l'esito dello screening non servono infatti più ore o giorni ma solo alcuni minuti. Ciò consente un grande alleggerimento delle attività a carico del sistema sanitario e minore pressione sulle famiglie e i ragazzi".

I kit

"Per quanto riguarda i quantitativi di kit a disposizione delle scuole della regione - ha aggiunto Riccardi - confidiamo che la gestione commissariale del Governo invii al Friuli Venezia Giulia la rispettiva quota parte di questi strumenti. Nell'attesa, la nostra Regione assieme ad altre amministrazioni sta acquisendo parallelamente altri kit per coprire le esigenze del nostro sistema sanitario".

test rapido-2

Un protocollo

Il vicegovernatore ha infine ricordato che, accanto ai test rapidi, la Regione sta perfezionando un protocollo operativo che punta ad individuare con maggiore precisione la casistica dei segnali da prendere in considerazione ed in conseguenza dei quali sottoporre gli studenti al successivo tampone. "Ciò - ha chiarito Riccardi - eviterà l'aggravio di lavoro e i disagi collegati all'esecuzione dei test, spesso inutili, su bambini che presentano solo i sintomi di un banale raffreddore e che come tale deve essere trattato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

test rapido 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento