rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca

Demoliti i 200 vecchi tralicci dell'elettrodotto tra Udine e Pordenone

I lavori di demolizione, terminati con cinque mesi di anticipo, restituiscono oltre 140 ettari di territorio. Le dismissioni dei 47 km di vecchie linee rientrano nel piano razionalizzazione reso possibile dall’entrata in esercizio della linea Udine Ovest - Redipuglia

 Terna ha terminato, con cinque mesi di anticipo rispetto alla scadenza prevista dal Protocollo d’intesa siglato con la Regione Friuli Venezia Giulia, i lavori di demolizione della linea Istrago  – Meduna, di cui hanno beneficiato 13 Comuni, tra le Provincie di Pordenone e Udine (Spilimbergo, Dignano, Flaibano, Sedegliano, Mereto di Tomba, Codroipo, Basiliano, Bertiolo, Lestizza, Mortegliano, Castions di Strada, Gonars e Torviscosa). Complessivamente sono stati eliminati 47 km di vecchi elettrodotti e 200 tralicci, alcuni dei quali all’interno di aree di interesse naturalistico, quali il fiume Tagliamento, prati stabili naturali e l’area protetta della zona speciale di conservazione Magredi Coz.

Le dismissioni, che rientrano nel complesso piano di riassetto legato all’entrata in esercizio dell’elettrodotto Udine Ovest – Redipuglia, finalizzato a rendere più sicuro ed efficiente il sistema elettrico locale, hanno permesso di liberare, e quindi restituire, circa 140 ettari di territorio e di recuperare oltre 315 tonnellate di acciaio dei tralicci e circa 100 tonnellate di alluminio e acciaio dei conduttori, che sono stati consegnati a ditte specializzate al fine di essere smaltiti e re-immessi nel ciclo produttivo.

La demolizione del vecchio elettrodotto ha consentito, infine, di eliminare importanti interferenze con infrastrutture civili e liberare dai tralicci le abitazioni sorte successivamente alla realizzazione dello stesso.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demoliti i 200 vecchi tralicci dell'elettrodotto tra Udine e Pordenone

UdineToday è in caricamento