Tenta il suicidio minacciando i carabinieri con un coltello, loro le salvano la vita

Una volta disarmata, la donna è stata ricoverata e denunciata

Immagine d'archivio

Prima la disarmano, poi le salvano la vita. Una magistrale azione dei carabinieri del nucleo Radio mobile di Udine è riuscita a porre fine al tentato suicidio messo in atto ieri sera da una donna di 59 anni decisa a togliersi la vita. Tutto è iniziato poco prima della mezzanotte, non lontano dal nosocomio udinese, quando la signora è stata trovata chiusa in casa dal compagno, decisa a non aprire la porta a nessuno pur di portare a compimento il gesto estremo.

La mediazione

Non riuscendo ad entrare, intuendo il forte stato di alterazione mentale e psicofisico e le reali intenzioni autolesioniste della partner, l'uomo ha chiesto aiuto al 118. All'arrivo immediato dei sanitari, la 59enne è stata trovata sul balcone, a sei metri di altezza, mentre minacciava ripetutamente di gettarsi nel vuoto. Nonostante la lunga mediazione intrapresa, non ottenendo alcun riscontro positivo, il personale medico ha quindi optato per l'intervento urgente dei vigili del fuoco e dei carabinieri. 

Le minacce

Forzata la porta, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile sono penetrati nell'abitazione dirigendosi immediatamente nel terrazino. La proprietaria a quel punto ha impugnato un grosso coltello da cucina minaciando gli uomini delle forze dell'ordine con la punta della lama. Con grande abilità, i carabinieri sono riusciti prima a disarmare la donna - senza procurarsi alcuna lesione -, poi a riportarla in sicurezza dentro le mura domestiche.

Il salvataggio

Nel parapiglia però, quando tutto sembrava oramai terminato, la signora è riuscita a divincolarsi dalla presa dei tutori e a dirigersi nuovamente sul poggiolo. Con grande capacità di riflessi, i militari l'hanno quindi inseguita, riuscendo ad afferrarla proprio mentre stava tentando il grande salto nel vuoto.

Il ricovero

Consegnata definitivamente ai sanitari, la signora è stata quindi trasportata e ricoverata in ospedale nel reparto di psichiatria. Oggi, nel corso della mattinata, il nuovo comandante della Compagnia di Udine, il capitano Romolo Mastrolia, si è complimentato con i suoi uomini per la prontezza di riflessi dimostrata nel disarmare e salvare la vita alla cittadina, denunciata in seguito per minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientro dalla Croazia, Fedriga apre ai tamponi al confine

  • Dalla grappa al gelato: il re friulano dei distillati realizza il suo sogno da 5 milioni di euro

  • Turismo, il Friuli Venezia Giulia è penultimo nella reputazione nazionale

  • Vacanze in Croazia, quello che si deve fare quando si rientra in Italia

  • Si rompe un appiglio e cade per cento metri: muore sul Monte Sernio un escursionista

  • Migranti, la rabbia del sindaco di Gonars: "Pago di tasca mia e li porto tutti a Palazzo Chigi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento