Tentato omicidio di Socchieve: dimesso il carabiniere ferito, il cognato resta in carcere

Proseguono le indagini, ad opera dei Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Tolmezzo, per chiarire i contorni della vicenda

E' stato dimesso il 55enne, brigadiere in servizio a Tolmezzo, aggredito dal cognato nella sua abitazione di Socchieve e colpito con una spranga nella notte tra il 9 e il 10 aprile. La Procura della Repubblica di Udine ha chiesto nel frattempo la convalida dell'arresto dell'aggressore, 50 anni, originario della Carnia ma residente a Conegliano (Treviso), e l'applicazione della misura della custodia cautelare in carcere.

L'uomo, compagno della sorella della moglie della vittima, è accusato di tentato omicidio. I colpi sarebbero stati inferti in direzione del capo e del volto della vittima, che ha riportato lesioni da difesa anche alle mani e alle braccia nel tentativo di proteggersi. 

L'udienza di convalida si terrà sabato. Le indagini proseguono nel frattempo ad opera dei Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Tolmezzo per chiarire i contorni della vicenda. In particolare le ragioni del gesto e da quanto l'uomo covasse il proposito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

  • Incidente mortale in piazzale D'Annunzio, perde la vita una donna

Torna su
UdineToday è in caricamento