Tentato omicidio di Socchieve: dimesso il carabiniere ferito, il cognato resta in carcere

Proseguono le indagini, ad opera dei Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Tolmezzo, per chiarire i contorni della vicenda

E' stato dimesso il 55enne, brigadiere in servizio a Tolmezzo, aggredito dal cognato nella sua abitazione di Socchieve e colpito con una spranga nella notte tra il 9 e il 10 aprile. La Procura della Repubblica di Udine ha chiesto nel frattempo la convalida dell'arresto dell'aggressore, 50 anni, originario della Carnia ma residente a Conegliano (Treviso), e l'applicazione della misura della custodia cautelare in carcere.

L'uomo, compagno della sorella della moglie della vittima, è accusato di tentato omicidio. I colpi sarebbero stati inferti in direzione del capo e del volto della vittima, che ha riportato lesioni da difesa anche alle mani e alle braccia nel tentativo di proteggersi. 

L'udienza di convalida si terrà sabato. Le indagini proseguono nel frattempo ad opera dei Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Tolmezzo per chiarire i contorni della vicenda. In particolare le ragioni del gesto e da quanto l'uomo covasse il proposito.

Potrebbe interessarti

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Immobiliare: Udine, Lignano e Carnia trainano il mercato

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

I più letti della settimana

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

Torna su
UdineToday è in caricamento