menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentato omicidio, ricettazione e documenti falsi: arrestato

A finire in manette un 41enne georgiano, che si rifugiava in un appartamento di via Ippolito Nievo

Un’accusa di tentato omicidio - per la quale avrebbe dovuto scontare la misura cautelare dei domiciliari a Salerno -, porto di documenti falsi e vari furti. Il “palmares” criminoso del georgiano E.G. stava iniziano a farsi consistente, e l’arresto da parte dei carabinieri della Compagnia di Udine, della stazione di Udine e di quella di Martignacco, ne ha limitato lo sviluppo. 

L’uomo, di 41 anni, da diverso tempo aveva trovato rifugio a Udine, in una casa di via Ippolito Nievo, in zona stazione ferroviaria. Da qui, con altri connazionali e con un polacco, aveva organizzato una serie di furti in città e nei dintorni. Da via Nievo, dove è stato scovato dai militari, la refurtiva partiva imballata con corriere alla volta della repubblica caucasica. Per questo inizialmente E.G. era stato denunciato per ricettazione. Poi, nei suoi confronti, sono state eseguite ulteriori indagini e si è scoperto che circolava in Friuli con documenti falsi, e per questo è stato arrestato. Successivamente scarcerato martedì 8 settembre è finito di nuovo dietro alle sbarre, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Salerno, che ha aggravato la misura cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento