rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Tolmezzo

Riconosciuta la ladra che provava a forzare gli armadietti dell'Ospedale di Tolmezzo

Nosocomio del capoluogo carnico ancora vittima delle sgradite attenzioni dei predatori

Dopo la notizia riportata ieri e che ha visto il riconoscimento e la denuncia di una sciacalla, autrice dei furti subiti da alcuni pazienti del nosocomio carnico il 4 luglio scorso, la Compagnia di Tolmezzo ha provveduto a deferire in stato di libertà un'altra donna.

I fatti

Si tratta di una 36enne di Tolmezzo che lo scorso 19 luglio è stata sorpresa mentre tentava di aprire, forzandoli, alcuni armadietti posizionati negli spogliatoi per i dipendenti dell'ospedale Sant'Antonio Abate di Tolmezzo. Lo scassinamento fu però sventato dall'arrivo inatteso di alcuni operatori sanitari che mise in fuga la responsabile.

L'identificazione

I carabinieri della N.O.RM. di Compagnia, a conclusione di serrata attività investigativa posta in essere a seguito del tentato furto, hanno raccolto diversi e convergenti elementi di responsabilità a carico della donna che è stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica udinese con l’ipotesi di reato di tentato furto aggravato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riconosciuta la ladra che provava a forzare gli armadietti dell'Ospedale di Tolmezzo

UdineToday è in caricamento