menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentarono prima la rapina e poi di picchiare i poliziotti: hanno patteggiato

Due cittadini di nazionalità moldava vennero fermati dagli uomini delle volanti lo scorso mese di marzo, dopo una tentata rapina. L'accusa parlava di tentata rapina impropria, danneggiamento e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli

Due cittadini di nazionalità moldava, I.K., 41 anni, e P.C. di 25 (quest'ultimo residente a Mestre), hanno patteggiato ieri la pena davanti al gup del tribunale di Udine Emanuele Lazzaro per una tentata rapina impropria. Per il primo sono stati stabiliti due anni di reclusione e 800 euro di multa, mentre per il secondo un anno e quattro mesi di reclusione e 650 euro di multa.

I FATTI. I due erano stati arrestati la sera del 2 marzo scorso dalla Polizia mentre tentavano di compiere un furto in un'abitazione di un condominio di Udine. Erano saliti all'ultimo piano e avevano cominciato a scassinare la porta di un appartamento mentre un terzo complice, riuscito a scappare, li aspettava facendo da palo. I rumori avevano destato i sospetti dei condomini che avevano così allertato il 113.

L’ARRIVO DELLA POLIZIA. Nella fuga I.K. si era imbattuto nei poliziotti delle Volanti e aveva tentato di colpirli. Il più giovane era stato invece trovato nascosto in un garage della zona. Da qui le accuse di tentata rapina impropria, danneggiamento della porta che avevano provato a scassinare e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento