Simula il furto di metadone e sigarette, smascherato dai carabinieri

Coinvolto nella vicenda un 28enne originario di Portogruaro, ma residente nel comune montano

Lascia l'auto parcheggiata in centro e al suo rientro non trova più né le stecche di sigarette né le fiale di metadone contenute al suo interno e così va dai carabinieri della Stazione di Tarvisio e presenta denuncia.

I militari dell'Arma, venerdì scorso, raccolgono la testimonianza dell'uomo e fanno partire subito le indagini del caso da cui però emerge una triste verità: il furto non si è mai verificato e il giovane ha simulato il delitto per procurarsi altre fiale di metadone. Ai carabinieri non resta che denunciare il 28enne per l’ipotesi di simulazione di reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento