menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il taglio degli alberi in Parco Avon

Il taglio degli alberi in Parco Avon

Verifiche interne sul taglio degli alberi in parco Avon, intanto Fontanini cancella i commenti da Facebook

Sulla vicenda ora farà luce il segretario generale Francesca Fico incaricata direttamente dal Sindaco Fontanini che si è dichiarato all'oscuro di quanto accaduto. Intanto, in un post, il Sindaco, condivide con gli utenti i risultati raggiunti in termini di nuove piantumazioni in città, ma cancella la richiesta di chiarimento del Comitato Autostoppisti che ora lancia un hashtag #piericancellaancheme

"Dietrofront, ma gli alberi ormai li hanno segati. Marcia indietro di Fontanini sindaco di Udine: non ne sapeva nulla. Non sapeva che gli stavano tagliando gli alberi sotto le finestre dell’ufficio. Il mitico Vicesindaco Michelini, invece lo sapeva, ma aveva creduto agli uffici (dice) per i quali abbattere gli alberi significava evitare barriere architettoniche, come se per abbattere le barriere sia necessario abbattere alberi. Del resto il Vice lo aveva appena fatto in largo dei Pecile. Ogni volta che ci sono radici che impediscono il cammino in sicurezza, si tagliano gli alberi: il metodo barbaro dell’amministrazione udinese".

Chiosa così sui social network Enzo Martines sulla recente vicenda del taglio degli alberi nei pressi di parco Avon.

Il Sindaco Fontanini

Una vicenda sulla quale sta cercando di fare chiarezza anche lo stesso Sindaco Fontanini che ha incaricato il segretario generale Francesca Fico di fare luce su quanto accaduto.

Il primo cittadino infatti insieme alla giunta, si è dichiarato all'oscuro di tutto come riporta il Messaggero Veneto. La responsabilità  sarebbe infatti degli uffici interni che avrebbero proceduto autonomamente riguardo al taglio degli alberi senza informare preventivamente nè il Sindaco nè la giunta. Almeno due alberi come dichiarato da Fontanini, si sarebbero potuti salvare. Unica nota positiva a margine, è che ora si potrà realizzare la pedana che permetterà ai cittadini disabili il pasaggio da Via Cavour a Piazza Duomo.

La posizione dei Vicesindaco Michelini

Diversa invece la posizione precedentemente espressa dal Vicesindaco Loris Michelini che aveva dichiarato necessario il taglio degli alberi al fine del superamento delle barriere architettoniche.

"La colpa è degli uffici (sempre di qualcun altro) - prosegue Martines - Che il vicesindaco sapesse è chiaro per sua stessa ammissione. Che non l’abbia detto al distrattissimo sindaco, pare altrettanto chiaro. Michelini preso con le mani nella marmellata balletta cose tipo: mi avevano detto che serviva ad agevolare il passaggio, oppure che però lui di qui al 2023 piantumerá alberi come non si era mai visto. Non in centro storico, però, dove le piante hanno un altissimo valore proprio perché ce ne sono poche. E segarle perché qualcuno glielo impone fa del vicesindaco di Udine uno poco credibile e del sindaco uno che addirittura viene tenuto all’oscuro, mentre sotto l’ufficio gli demoliscono gli alberi."

Il post del sindaco Fontanini

Intanto è lo stesso primo cittadino udinese attraverso Facebook ad tentare di "aggiustare il tiro" comunicando risultati in termini di nuove piantumazioni raggiunti dalla propria Giunta.

"Negli ultimi 3 anni a Udine le piantumazioni di nuovi alberi hanno avuto un notevole incremento. Lo scorso anno in città sono stati messi a dimora 676 nuovi alberi".

A commentare il post obiettando sui dati espressi dal primo cittadino, il Comitato Autostoppisti che a fronte della rimozione del commento sotto al post del sindaco ha laciato un hashtag #piericancellaancheme per chiedere chiarimenti in merito ai dati espressi.

commento-3

comitato-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento