Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Successo per il concorso musicale città di Palmanova, «per qualità, la migliore edizione di sempre»

Oltre giovani musicisti da tutto il mondo si sono esibiti in presenza sul palco del Teatro Gustavo Modena. Assegnate borse di studio per 6 mila euro

Successo di pubblico, apprezzamento della critica e tanti volti felici al termine della quattro giorni del 9° Concorso Musicale Internazionale Città di Palmanova. L'appuntamento è andato in scena pochi giorni fa al Teatro Gustavo Modena di Palmanova, che per l’occasione ha riaperto i suoi battenti agli eventi in presenza dopo i lunghi mesi di inattività forzata a causa della pandemia.

Un'edizione molto sentita

Un evento molto sentito, capace negli anni di crescere fino a ospitare quasi 1000 giovani musicisti in un’unica edizione, divenendo un’autentica risorsa, sia culturale che turistica, per la città stellata patrimonio Unesco e non solo. In versione ridimensionata per ovvie ragioni, il concorso ha visto comunque lo svolgimento dell’edizione 2021, ospitando nei giorni scorsi ben 220 musicisti under 26 (che si sono esibiti in 190 audizioni), provenienti dall’Italia, da tutta Europa e da diverse parti del mondo.

«Giovani musicisti di straordinario livello artistico; una commissione che ha lavorato in grande sintonia; una macchina organizzativa che, pur nel periodo difficilissimo che stiamo vivendo, è riuscita a regalare alla Città di Palmanova una ennesima edizione di grande successo con centinaia di musicisti partecipanti, finalmente dal vivo – ha commentato il presidente della giuria Maestro Franco Calabretto -. La manifestazione ha la sua peculiarità nella sezione dedicata alle Scuole di Musica. Ma la sezione solisti, premio Unesco, ha portato quest’anno musicisti di eccellenza assoluta. Credo che il Concorso sia un fiore all’occhiello non solo per la città di Palmanova ma per tutta la Regione Friuli Venezia Giulia».

I premiati

Per il Premio per le Scuole a distinguersi sono stati il Liceo XXV aprile di Portogruaro con 1592 punti totalizzati, istituto che si aggiudica così la borsa di studio da 500 euro riservata alla fino ai 19 anni. All’Istituto comprensivo di Tavagnacco è andato invece il premio da 300 euro per la categoria fino ai 14 anni. In deroga al bando, che prevede solamente premi alle scuole e non ai singoli studenti, la giuria ha voluto conferire un premio di 100 euro a favore di Falco Daniele, allievo del Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto.

Per il Premio Unesco sezione solisti, i titoli di categoria sono andati a Bronzi Arianna (pianoforte categoria fino ai 10 anni), Camerotto Camilla (pianoforte categoria fino ai 14 anni), Logar Sophia (Slovenia - Violino, categoria fino ai 16 anni), Pavlica Marek (Repubblica Ceca – Violino, categoria fino ai 19 anni).

Il primo premio assoluto per la categoria fino ai 26 anni è invece stato assegnato in ex-aequo a Qi Junwei (Cina – Clarinetto) e Toniolo Giulia (Italia – Pianoforte) ai quali andrà una borsa di studio di 500 euro ciascuno. Per la sezione “Musica da camera” i premiati sono stati il Trio formato da Corsaro Lorenzo (pianoforte), Corsaro Niccolò (viola) e Nuti Filippo (clarinetto), per la categoria fino ai 19 anni. Per gli under 26 primo piazzamento assoluto per il Belgian Low Brass Quartet formato da Schoup Gert-Jan (trombone basso), Vets Sander (tenor trombone) – Coppè Elisa (tenor trombone) – Carlier Andreas (tuba). Il premio speciale “Mandolino Pandini” va invece a Francesco Zeloni, miglior mandolinista distintosi alle audizioni e vincitore quindi del mandolino del liutaio di Ferrara, Gabriele Pandini, presente alla consegna del prezioso strumento.

BELGIAN LOW BRASS QUARTET-2

«Per qualità, la migliore edizione di sempre»

«È stata un’edizione sofferta ma, a parer mio, per livello qualitativo, la migliore fra quelle svolte – ha commentato Nicola Fiorino, presidente dell’Accademia musicale Città di Palmanova, co -organizzatore dell’evento assieme al Comune della città stellata –. Un ringraziamento speciale va alla giuria di qualità del concorso, presieduta dal maestro Franco Calabretto e composta dai maestri Giorgio Marcossi, Carlo Teodoro, Sergio Zigiotti, Mariko Masuda e Giulio Chiandetti per il grandissimo lavoro svolto. Estendo inoltre il mio ringraziamento allo staff che si è speso con passione per affrontare questo duro lavoro organizzativo».

Il Concorso Musicale Internazionale Città di Palmanova dà quindi appuntamento al 2022 con la decima edizione, confermandosi anche in quella appena terminata come una rassegna di alto livello.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Successo per il concorso musicale città di Palmanova, «per qualità, la migliore edizione di sempre»

UdineToday è in caricamento