Cronaca

Stupro di Lignano, l'assessore regionale Roberti chiede la castrazione chimica

“Maggiori controlli e misure più severe per chi si macchia di reati di natura sessuale”

Pierpaolo Roberti

"Controlli, pene più severe e castrazione chimica". A chiedere tutto questo è l’assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti, dopo il caso di cronaca verificatosi a Lignano, dove una ragazza di 15 anni ha denunciato alla polizia di essere stata violentata da tre giovani in spiaggia nella località balneare dove si trovava in vacanza la notte di Ferragosto. “Il preoccupante clima culturale in cui certi fenomeni si verificano è infatti – secondo Roberti – segno di una mancanza totale di ogni genere di valori, sostituiti evidentemente da sballi facili e violenze gratuite.” “Occorre pertanto che il governo intervenga con forza e tempestività – conclude l’assessore – per far sì che simili reati vengano puniti con la massima durezza dalle autorità.”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro di Lignano, l'assessore regionale Roberti chiede la castrazione chimica

UdineToday è in caricamento