rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

20.000 alunni partecipano al contest “La ricetta del campione”

Entra nel vivo il concorso di idee promosso da Coni FVG e sostenuto da Bluenergy Group nell’ambito del progetto “Movimento in 3S: Salute, Scuola, Sport”

Creatività, fantasia, manualità... e ancora sport, salute e stili di vita sani: sono questi gli ingredienti del contestLa Ricetta del Campione: sport e cibo sano per crescere bene” in corso in 103 Istituti Comprensivi e che coinvolge 20.000 bambini delle scuole primarie del Friuli Venezia Giulia.

Il concorso di idee è organizzato da CONI FVG con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale del Friuli Venezia Giulia e sostenuto da Bluenergy Group, player di riferimento nella fornitura di luce e gas con sede a Udine e in forte espansione nel Nord Italia, nell’ambito di “Movimento in 3S: Salute, Scuola, Sport, il progetto promosso dal CONI regionale e sostenuto da Bluenergy Group e Regione FVG, nato con l’obiettivo di promuovere la salute nella scuola attraverso lo sport.

In linea con gli obiettivi educativi del progetto, gli alunni delle classi coinvolte sono chiamati a interpretare il tema “La Ricetta del Campione: sport e cibo sano per crescere bene” realizzando un poster delle dimensioni 70x100cm con tecniche libere quali pastelli, tempera, acquerello, acrilico e collage. Con la guida dell’insegnante curriculare e il supporto dell’esperto in scienze motorie che affianca le classi nell’ambito del progetto, i bambini dovranno dare la loro interpretazione di che cosa significa mettere in pratica comportamenti che promuovono uno stile di vita sano. Le classi vincitrici, una per ogni anno di studio, saranno premiate nel corso di un evento che si terrà il 20 maggio a Udine presso la Dacia Arena a cui parteciperanno, insieme ai vertici di Bluenergy Group, CONI FVG e Regione FVG, anche alcuni rappresentanti di Udinese Calcio, che sin dall’inizio ha condiviso e appoggiato il progetto “Movimento in 3S”.

Soddisfazione per l’iniziativa e per il sostegno al progetto da parte di Bluenergy Group è stata espressa dal Presidente regionale del CONI che, nel ringraziare le scuole per l’adesione, sottolinea come anche questa proposta complementare all’attività motoria contribuisca a  diffondere la cultura del movimento e della corretta alimentazione. Rappresentare le abitudini quotidiane attraverso la creatività in un lavoro di gruppo non può che contribuire a rafforzare il concetto.

Il concorso di idee – ha dichiarato Alberta Gervasio, Direttore Generale di Bluenergy Groupè uno strumento concreto che, azionando la fantasia, permette ai bambini di rielaborare e assimilare concetti articolati quali la sana alimentazione, comportamenti e stili di vita salutari, l’importanza del movimento, traducendo in immagini la loro esperienza quotidiana. Il progetto Movimento in 3S e questo contest, che ne è parte integrante, rappresentano un modello virtuoso per promuovere e diffondere il messaggio dello sport come strumento di prevenzione, benessere e inclusione sociale. Un messaggio che Bluenergy condivide e che si è impegnata a sostenere con convinzione supportando questo progetto di sistema, nella consapevolezza che la responsabilità sociale d’impresa significa soprattutto essere parte integrante del territorio e della comunità in cui l’azienda opera.”

Il progetto Movimento in 3 S: Salute Scuola, Sport

“Movimento in 3S: Salute, Scuola, Sport” è il progetto promosso da Coni FVG, Bluenergy Group e Regione FVG che, per l’anno scolastico 2017/2018, coinvolge 20.000 bambini delle scuole primarie del Friuli Venezia Giulia, 103 Istituti Comprensivi, 100 esperti in scienze motorie e diversi professionisti provenienti dall’ambito universitario e sanitario.

Giunto nell’anno scolastico 2017/2018 alla sesta edizione il progetto ha come obiettivo la promozione della salute nella scuola attraverso lo sport e gli stili di vita sani con azioni concrete, mirate, costanti durante l’anno ben integrate nel programma didattico degli istituti che aderiscono.

Il progetto prevede lezioni di educazione motoria tenute da laureati con un notevole incentivo all’occupazione di personale altamente formato: si tratta di giovani neolaureati del territorio a cui il progetto dà una concreta opportunità professionale. Il progetto prevede inoltre ore di formazione ad hoc per gli insegnanti su attività motorie e sani stili di vita affinché introducano tali concetti nei programmi scolastici (movimento, sana alimentazione, prevenzione delle devianze), e la partecipazione diretta delle famiglie ad incontri di informazione su queste tematiche tenuti da pediatri, psicopedagogisti, nutrizionisti e specialisti in medicina dello sport.

Il Progetto, oltre agli assessorati regionali allo Sport, all’Istruzione e alla Salute, coinvolge l’Università degli Studi di Udine e l’Ufficio Scolastico Regionale ed è stato sostenuto sia dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che dal Ministero della Sanità che lo hanno fatto rientrare nelle linee di finanziamento del CCM (Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie), promuovendolo come esperienza pilota a livello nazionale. Nel corso del progetto vengono infatti raccolti ed elaborati indicatori di valutazione fisici e motori. I dati vengono poi comparati dall’IRCCS Materno Infantile Burlo Garofalo di Trieste e dall’Università degli Studi di Udine – Corso di Laurea in Scienze Motorie, permettendo di tracciare un profilo preciso dello stato di salute della popolazione pediatrica della Regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

20.000 alunni partecipano al contest “La ricetta del campione”

UdineToday è in caricamento