menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dove avvenne lo scoppio della bomba

Il luogo dove avvenne lo scoppio della bomba

Strage di Natale di viale Ungheria: tutti assolti gli imputati

Il verdetto ribalta quanto deciso dalla Corte d'Assise d'appello nel dicembre del 2008. Dopo l'annullamento della sentenza in Cassazione un altro successo per i difensori delle parti imputate. Non si trattò di associazione mafiosa, ma di "semplice" associazione a delinquere

Non si trattò di associazione mafiosa, ma di associazione a delinquere semplice. In questo caso i reati sono per la maggior parte dei casi caduti in prescrizione.

Questo il verdetto pronunciato dai giudici della Corte d’Assise d’appello di Trieste, composta dai giudici Alberto Da Rin - presidente e Francesca Morelli - a latere - sulla vicenda dell'antivigilia di Natale del 1998, quando un ordigno esplose all'altezza dell'inizio di viale Ungheria e tolse la vita a tre poliziotti della Questura di Udine, Adriano Ruttar, Giuseppe Guido Zanier e Paolo Cragnolino.

La sentenza, prodotta dopo sette ore di Camera di consiglio, che ha ribaltato il precedente responso della Corte d’Assiste d'appello del dicembre 2008, annullato dalla Corte di Cassazione nel dicembre del 2012. Soddisfatti gli avvocati delle parti Alberto Tedeschi, Laura Luzzatto Guerrini e Maurizio Miculan.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento