rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
stazione di udine / Centro / Viale Europa Unita

Udine: stazione dei treni ancora inaccessibile ai disabili

"Mancano i collaudi degli impianti elevatore a servizio dei marciapiedi di alcuni binari che quindi restano inutilizzabili. Ad essere inadiempiente sarebbe il costruttore-installatore", dichiara la consigliera regionale Simona Liguori

Non si può fare altro che attendere. Nel frattempo, la stazione dei treni di Udine resta inaccessibile per chi è affetto da disabilità motoria. Questo è il riassunto della situazione che si sta verificando: mancano i collaudi degli impianti elevatore a servizio del marciapiede dei binari 1, 5 e 6.  Senza questi collaudi gli impianti non possono essere messi in funzione. Al momento sarebbero in fase di pre-collaudo da parte del costruttore, un'operazione necessaria e propedeutica a un successivo e definitivo collaudo di Rete Ferroviaria Italia per poter aprire il servizio. Dal ricevimento di tutta la documentazione tecnica da parte dell’appaltatore, Rfi stima di poterle mettere a servizio in 30 giorni. Ma la consegna è in ritardo. Il motivo lo ha spiegato oggi in IV Commissione regionale la consigliera dei Cittadini, Simona Liguori, dando risposte alle tante persone che da anni attendono una soluzione.

"L’assessore Pizzimenti - ha spiegato Liguori - ci ha comunicato che Rete Ferroviaria Italiana e la Regione stanno seguendo con attenzione la situazione, ma il problema rimane perché l’impianto elevatore a servizio del marciapiede dei binari 1, 5 e 6 sarebbero in fase di pre-collaudo. La società deve ricevere dall'appaltatore tutta la documentazione tecnica, per poi far partire le attività di collaudo e messa in servizio. La tempistica è stimata in 30 giorni. Il ritardo della conclusione dei lavori sarebbe dunque ascrivibile a un'inadempienza del costruttore/installatore". Al momento Rfi, pur avendo comunicato alla controparte gli addebiti penali contrattuali previsti con relativo sollecito alla consegna, non sa quando riceverà i documenti necessari e può soltanto attendere. "E oltre al danno non manca la beffa - continua Liguori - lo stato di avanzamento dei lavori, ormai giunto alla fase conclusiva, non consente in questa fase di ipotizzare un diverso affidamento lavori. Come dire, non resta che attendere".

La consigliera conferma l’impegno a seguire con attenzione l’intera vicenda e conclude: "Per quanto riguarda l’esecuzione della sopraelevazione degli altri marciapiedi della stazione di Udine Rfi ha confermato che l’avvio dei lavori funzionali ai binari 3 e 4 è previsto nel secondo semestre di quest’anno. Lavori che comprenderanno anche la realizzazione dell’ascensore a servizio del marciapiede".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udine: stazione dei treni ancora inaccessibile ai disabili

UdineToday è in caricamento