menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stabilità: La Regione stanzia 132 milioni per la concertazione con gli Enti locali

Zilli: "L'azione della Giunta è finalizzata a rafforzare i sostegno al lavoro e ai comparti produttivi"

La Giunta regionale su proposta dell'assessore alle Finanze, Barbara Zilli, ha approvato in via definitiva la legge di stabilità 2021, la legge collegata alla manovra di bilancio 2021-2023 e al bilancio di previsione per gli anni 2021-2023. 

"Prosegue il percorso che porterà in Aula la legge di stabilità e che oggi ha visto l'inserimento di nuove norme - ha indicato Zilli -. Stiamo lavorando in un quadro di grande incertezza con dati congiunturali molto preoccupanti per la chiusura del trimestre e per l'inizio del 2021 come risulta anche dai dati aggiornati dalla Banca d'Italia. L'azione della Giunta è finalizzata a rafforzare i sostegno al lavoro e ai comparti produttivi. Particolare attenzione è riservata agli investimenti pubblici anche come leva per il comparto privato e, in quest'ottica, abbiamo previsto l'inserimento, nel triennio 2021-2023, di 132 milioni di euro per la concertazione con gli Enti locali".

I 132 milioni di euro saranno suddivisi in 22.685.107,61 euro per il 2021, 59.753.425,58 euro per il 2022 e 49.910.287,38 euro per il 2023 per opere pubbliche a vantaggio dei territori. Sempre sul fronte degli investimenti, fra le novità introdotte nella legge di stabilità, oltre alle macroposte già note, la Giunta regionale ha previsto anche un contributo straordinario al comune di Arta Terme per il completamento del polo termale pari a 400mila euro e un contributo a favore del comune di Monfalcone pari a 600mila euro per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate e per la ristrutturazione di alloggi dell'Ater. Un intervento volto a evitare al Comune di perdere i finanziamenti statali previsti nel bando nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate a cui l'Ente locale ha partecipato entrando in graduatoria. 

Sono destinati, poi, 4 milioni di euro al porto di Trieste, 1 milione, suddiviso in 150.000 euro per il 2021 e 850.000 euro per il 2022, al Comune di Gorizia, per l'elettrificazione dei binari interni al terminal intermodale transfrontaliero di Gorizia, in gestione alla società Sdag - Stazioni Doganali Autoportuali Gorizia S.p.A. per consentire il collegamento dello stesso, su tratta elettrificata, con la linea ferroviaria Trieste-Gorizia-Udine-Venezia. 

Per quanto concerne il comparto salute-sociale, vengono destinati ulteriori 3 milioni di euro per le case di riposo per l'ampliamento dei posti letto convenzionati nelle strutture già accreditate e per l'abbattimento delle rette.  All'ambiente vengono riservati 3 milioni di euro per nuove opere di dragaggio. Zilli ha poi evidenziato la massima attenzione dell'Amministrazione regionale sul fronte delle famiglie "con misure che fra le altre incentivano la natalità con il bonus dedicato, pari a 6 milioni di euro nel triennio, e l'incremento dagli attuali 120 euro a 140 euro a bimestre, dell'importo della Carta acquisti a favore dei nuclei familiari in difficoltà". 

Nel settore cultura è stato inserito, invece, l'ampliamento della platea di beneficiari per l'Art bonus e previsti contributi pari a 380.000 euro per gli Ecomusei per il 2021 da utilizzarsi in gran parte per sostenere le spese generali di funzionamento al fine di attenuare gli effetti delle possibili mancate entrate derivanti dall'emergenza in atto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 22 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento