Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Speleologo ferito e bloccato in grotta a 2000 metri, intervento in corso per salvarlo

L'intervento a grotta Buca Mongana è tuttora in corso ed è reso più difficoltoso dal tempo che peggiora rapidamente. Le squadre dei tecnici FVG sono tuttora al lavoro, insieme ai colleghi veneti per salvare l'uomo

Immagine d'archivio

Intervento in corso per il Soccorso Alpino friulano.

Uno speleologo è rimasto ferito nella grotta Buca Mongana a 2000 metri di quota e a meno venti di profondità poco lontano da Forcella Lodina, nel gruppo del Duranno Cima dei Preti.

Sul posto sono stati portati dall'elicottero della Protezione Civile due soccorritori del Soccorso speleologico delle squadre del Veneto un tecnico e un medico speleologo, per questioni di vicinanza territoriale mentre le squadre del Friuli Venezia Giulia si sono nel frattempo radunate al campo base a quota 700 in attesa di essere anch'esse portate sullo scenario.

I soccorsi

Il ferito è stato raggiunto nella grotta dal medico speleologo ma il tempo è peggiorato notevolmente e l'elicottero della Protezione Civile non può più al momento portare altre squadre in quota per il necessario supporto tecnico.

L'alternativa sarà quella di salire a piedi e ci vorranno diverse ore di cammino a meno che non si riesca a percorrere un tratto in auto lungo una pista forestale. La grotta, ancora poco conosciuta perché è in esplorazione, presenta una strozzatura dalla quale non si sa se la.barella potrà passare con il ferito e quanto sarà necessario allargarla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speleologo ferito e bloccato in grotta a 2000 metri, intervento in corso per salvarlo

UdineToday è in caricamento