menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spara e spaventa gli amanti 50enni in camporella: 10 giorni di arresto

Un 54enne agricoltore della Bassa friulana aveva esploso dei colpi in aria fuori dalla sua proprietà, convinto che ci fossero dei ladri pronti a colpire. Gli sono stati concessi i doppi benefici della sospensione e della non menzione della condanna

Temendo di essere ancora una volta colpito dai furti dei ladri aveva preso l'abitudine di fare un giro di controllo della sua proprietà prima di andare a dormire. La sera del 18 febbraio dello scorso anno aveva notato un'auto con due persone che sembravano armeggiare intorno a qualcosa, a poca distanza da un escavatore, e pensando si trattasse di ladri di gasolio ha esploso due colpi di fucile in aria per metterli in fuga. 

GLI AMANTI. Nessun tentativo o volontà di effettuare un furto da parte degli occupanti della vettura però, ma solo la voglia di trovare un po’ di intimità, violata dall’esplosione dei colpi. È così che un agricoltore della Bassa Friulana, di 54 anni, è finito a processo di fronte al tribunale di Udine. Le due persone nell'auto - friulana lei e veneto lui, entrambi cinquantenni - spaventate erano corse a denunciare il fatto ai Carabinieri.

LA CONDANNA. L’agricoltore, accusato di esplosioni pericolose, porto abusivo d'armi e minaccia aggravata dall'uso di un'arma, è stato condannato oggi a 10 giorni di arresto per aver portato fuori dall'abitazione il fucile, regolarmente detenuto. Il giudice monocratico del tribunale di Udine gli ha concesso i doppi benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione della condanna. Lo ha assolto invece dalle accuse di esplosioni pericolose e minaccia aggravata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento