menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio nei luoghi delle famiglie, oltre 900 cessioni di droga

Individuati i due responsabili. Uno si trova già in carcere, l'altro risulta destinatario di un mandato di arresto europeo

Ricostruiti circa 900 episodi di spaccio, posti in essere da due soggetti – uno di nazionalità pakistana e uno afghana –, alcuni dei quali operati nei confronti di soggetti minorenni, che hanno interessato oltre due chili di hashish. E' quanto emerge dalle indagini della Guardia di finanza di Pordenone, nell'ambito di un'operazione coordinata dalla locale Procura della Repubblica. 

In carcere

Il gip del tribunale di Pordenone ha conseguentemente deciso di disporre nei confronti dei due stranieri un provvedimento di custodia cautelare in carcere, già eseguito nei confronti del cittadino di nazionalità pakistana. Per l'afghano, che dalle indagini e dai riscontri eseguiti è risultato essersi trasferitosi recentemente in territorio francese, è stata, invece, avviata la procedura per l’emissione di un mandato di arresto europeo. Lo stesso, tra l’altro, era stato recentemente scarcerato, lo scorso mese di febbraio, dopo aver scontato una condanna di due anni e otto mesi per rapina.

foto 1-20-3

Lo spaccio

I due  erano soliti smerciare gli stupefacenti in luoghi frequentati dalle famiglie, in particolare la zona della passeggiata sul lungo Noncello e del ponte Adamo ed Eva. Sono stati individuati 26 acquirenti delle sostanze stupefacenti, dei quali 20 cittadini italiani e sei di nazionalità straniera. Tra i clienti italiani, tre erano minorenni. Nei loro confronti si provvederà alla segnalazione alla Prefettura come assuntori di sostanza stupefacente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento