menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vince al bingo giocando oltre 3.000 euro falsi: nei guai un pescarese

Un 64enne originario di Civitella Casanova, provincia della città abruzzese, si era presentato alla sala bingo di viale Palmanova giocando la conistente cifra. Successivamente è stata scoperta la truffa

Oltre 3.000 euro falsi, per la precisione 62 banconote da 50 euro, per una parte fotocopiate e per l'altra originali. Questo è quello che il personale della sala bingo di Udine ha trovato nelle slot machine durante il controllo degli incassi lunedì 18 febbraio, durante l'abituale verifica mattutina.

A quel punto sono partite le analisi sulle cronologie delle giocate e sulle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza installato nei locali, che hanno permesso di verificare che la mattina di sabato 16 febbraio  erano state effettuate delle giocate anomale.

In particolare le sopra citate banconote erano state inserite nella macchinetta e dopo una breve giocata era stato incassato il ticket. In diverse giocate c’erano state delle vincite regolarmente pagate.

L'analisi delle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza ha permesso di appurare che le giocate erano state effettuate da un signore attempato, dai capelli brizzolati e dalla corporatura media. Un cliente non abituale della sala Bingo.

L’attività d'indagine ha identificato il soggetto ripreso dalle telecamere in Vincenzo Di Giovanni, 64enne pescarese, che è stato segnalato all'autorità giudiziaria per i reati di truffa e spendita di monete alterate.

L'uomo è  stato arrestato nei giorni successivi dai carabinieri di Conegliano, dopo una maxi indagine che aveva rilevato colpi del genere in tutto il nord Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento