rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
in centro città / Centro / Via Trento, 4

Sottoportico del Teatrone chiuso di notte per "cacciare i senza tetto"

Per arginare la presenza di clochard che stazionano nelle vicinanze dell'ingresso del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, l'amminstrazione corre ai ripari una soluzione temporanea: pareti e porte scorrevoli in cartongesso

Soluzione anti degrado per il sottoportico del Teatro Nuovo Giovanni da Udine. L'amministrazione comunale ha deciso di intervenire con un'installazione temporanea in cartongesso resistente per arginare la presenza di senza tetto che bivaccano a ridosso dell'entrata del Teatrone.

La soluzione

In un primo tempo, ancora lo scorso febbraio, era stato ipotizzato l'utilizzo di grate per impedire l'accesso al sottoportico del teatro.

Fontanini contro i bivacchi al Teatrone

Ma l'architetto Lorenzo Giacomuzzi Moore che, insieme all’ingegnere Giuliano Parmegiani, ha firmato il progetto del Giovanni da Udine, inaugurato nel 1997, ha sottolineato che le grate non siano in linea con l'aspetto estetico dell'edificio, suggerendo di mettere delle vetrate realizzate con gli stessi materiali della facciata. Qeusta soluzione ha dei tempi di realizzazione molto lunghi perché vetro e alluminio necessari per l'opera hanno dei tempi di consegna che superano l'anno. "Per questa ragione" - afferma il vicesindaco Loris Michelini - "abbiamo deciso di adotttare una soluzione temporanea che consiste in pannelli in cartongesso, dalla speciale resistenza, in modo da chiudere l'accesso allo spazio ed evitare bivacchi indesiderati. Il vetro necessario per realizzare la chiusura definitva del sottoportitco ha lunghissimi tempi di consegna, oltre l'anno. Non potevamo aspettare così tanto tempo e abbiamo optato per questo sistema temporaneo". Contemporaneamente a questi lavori verrà anche sistemato il soffitto del passaggio che è rovinato a causa dell'usura del tempo. Una volta terminati, aggiunge Michelini: "Ci sarà la possibilità di allargare l’area del foyer consentendo al bar di avere uno spazio nel sottoportico con un accesso diretto".

E i senza tetto?

In passato si era tentato di convincere le persone che di solito vivono all'addiaccio vicino al teatro di trovare accoglienza in strutture cittadine. Anche con l'ausilio dei servizi sociali. Ma il problema non si era risolto. L'amministrazione comunale vuole comunque provvedere a questi senza fissa dimora e quindi ha deciso di allestire una decina di alloggi in piazza Unità di Italia presso la ex sede della protezione civile. "I lavori dureranno un mese, un mese e mezzo al massimo" ha detto Michelini. Verrà poi realizzata una cosidetta stazione di posta, uno spazio ad hoc all’interno dell’ex comando dei vigili del fuoco che sarà gestito dagli assistenti sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottoportico del Teatrone chiuso di notte per "cacciare i senza tetto"

UdineToday è in caricamento