Cronaca

Il coronavirus ferma il calcio dilettanti in tutta la regione ma non la serie A

Il Comitato regionale della Lega Nazionale Dilettanti ha recepito l'ordinanza ministeriale sospendendo tutte le attività fino al 1 marzo, indipendentemente dalle scelte dei Comuni

Anche il calcio si ferma o, almeno, quello locale. Se la serie A ha infatti optato per le "porte chiuse", il calcio dilettantistico ha scelto la via estrema: stop a tutte le attività sportive fino al 1 marzo compreso. Così ha deciso il Comitato regionale della Lega Nazionale Dilettanti in Friuli Venezia Giulia. Se Udinese-Fiorentina in programma sabato 29 febbraio alle 18 si giocherà, ma senza pubblico, tutte le gare regionali no. 

Rientrano nel provvedimento le gare ufficiali di tutte le categorie dilettantistiche e giovanili, le attività delle rappresentative regionali, le gare amichevole, i tornei e le sedute di allenamento. Dette restrizioni resteranno, in vigore, indipendentemente dai comunicati di alcune Amministrazioni comunali, sino a quando l’Organo competente e deliberante non annullerà o modificherà la suddetta ordinanza. Sarà cura del Comitato Regionale monitorare la situazione unitamente al Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, unico organo competente in merito, e fornire indicazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il coronavirus ferma il calcio dilettanti in tutta la regione ma non la serie A

UdineToday è in caricamento